La danza sciistica di Katharina Liensberger

Alle radici dell'atleta destinata a cambiare l'interpretazione delle discipline tecniche.

di Daniele Izzo
Daniele Izzo
(4 articoli pubblicati)
FIS World Ski Championships - Women's Slalom

Credere che Katharina Liensberger fosse destinata ad entrare nella storia del Circo Bianco non era impresa ardua. Specialmente per chi, nel gennaio del 2016, la vide per la prima volta aprire il cancelletto nel gigante di Zinal in Coppa Europa. Più complicato, sicuramente, pronosticare che la giovane austriaca riuscisse ad indossare la corona nella località che ‘Regina’ la è da sempre, Cortina d’Ampezzo.

STORIA  – Katharina nasce il primo aprile 1997 a Felokirch, Austria. Non ha già gli sci ai piedi, ma poco ci manca. Tanto che l’11 novembre 2013, a soli sedici anni, debutta in una gara FIS, piazzandosi 29°. Da lì in poi la ‘scaletta’ (per rimanere in tema sciistico) è rapida e costellata di traguardi. Il 5 gennaio 2016 fa il suo esordio in Coppa Europa. Solamente una settimana dopo è nella start list per lo slalom speciale in notturna di Flachau. In entrambe le occasioni non riuscirà a concludere la gara, ma l’involucro ghiacciato, contente l’incredibile talento, cominciava a venarsi. 

Per i primi punti in Coppa del Mondo bisognerà attendere il 29 dicembre 2016, quando, a Semmering, Liensberger si classificherà 22°. Risultato confermato la settimana seguente a Maribor. Dopo di queste, l’austriaca, leggiadra come la sua sciata, ha aperto il cancelletto un totale di 70 gare, collezionando 8 podi. Il primo, per il più classico scherzo del destino, a Flachau, là dove tutto era cominciato. Un terzo posto, il primo in carriera, per mettersi definitivamente alle spalle il ‘caso sponsor’ che l’aveva vista suo malgrado protagonista all’inizio della stagione, non permettendole di partecipare al gigante d’apertura di Solden. D’altronde, che Katharina fosse un’atleta speciale, destinata a scrivere la storia, si intuisce facilmente anche da queste situazioni. 

PREDESTINATA – Ai Mondiali di Åre Katharina Liensberger ha preso la mira, a quelli di Cortina ha scoccato il dardo del suo talento. Medaglia d’oro, a pari merito con Marta Bassino, nel parallelo; ma, soprattutto, campionessa iridata in slalom speciale, con più di un secondo di vantaggio su Vlhova e Shiffrin. Una ‘Davide’ austriaca che, dovendo combattere contro non uno ma due giganti delle discipline speciali, è riuscita a trionfare su uno dei palcoscenici più importanti.
Cortina d’Ampezzo altro non è stata che la consacrazione di un talento che si trovava già sotto la lente d’ingrandimento di tutto il Circo Bianco. Katharina, che significa ‘pura, dal carattere saettante’, come il suo sci, ha dato un battito diverso non solo al Mondiale italiano, ma anche alla sua vita e alla disciplina. Liensberger afferma di “sciare col cuore”, ispirandosi a Hirscher e Shiffrin. Ma la sciata della giovane austriaca nei prossimi anni potrebbe costituire il terzo grande polo del nuovo millennio in materia, sommando le migliori caratteristiche dei due super campioni. Dal connazionale la neo-campionessa del mondo ha sicuramente preso la capacità di stupire, di non darsi mai per vinta; dall’idolo statunitense, con il quale condivide il parterre, il focus e la capacità di aggredire la pressione, non lasciandosi sopraffare dal contrario. Da entrambi, infine, la sublime tecnica. A questo pacchetto, Liensberger ha poi aggiunto leggiadria e rotondità: l’impressione è quella di assistere ad una danza, ritmata, cadenzata. Una dolce sinfonia d’azione che è sempre più difficile riscontrare in uno sport dominato sempre più dall’eccezionalità fisica. 

È impossibile rimanere indifferenti dinanzi al talento di Katharina Liensberger. Che l’Austria abbia trovato un’allieva degna di superare la maestra Marlies Schield? Alla neve l'ardua sentenza.

La fonte dell'articolo è l'autore Daniele Izzo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.