Francesca Piccinini dice stop alla carriera di pallavolista

Per l'atleta azzurra arriva la parola fine di una splendida avventura

di Leandro Malatesta
Leandro Malatesta
(152 articoli pubblicati)

"Ma che importa se è finita 

che cosa importa se era la mia vita o no?

Ciò che conta è che sia stata una fantastica giornata"

Potrebbero anche bastare queste parole di Vasco per descrivere quella che è stata la "vita sportiva" di Francesca Piccinini.

La pallavolista italiana ha detto definitivamente basta con le sue "splendide giornate" da atleta professionista.  Questo secondo stop arriva dopo quello annunciato nel Settembre 2019 che però durò soltanto qualche mese visto che nel Gennaio 2020 decise di tentare ancora una nuova avventura con Busto Arsizio.

Questa volta però terminata la stagione agonistica per la Piccinini è arrivata davvero l'ora di dire basta.

Per lei che è stata una delle più grandi e rappresentative atlete italiane di sempre immaginiamo che affrontare con fermezza questa decisione non sia stato per nulla semplice. 

Cinque scudetti, quattro coppe Italia, cinque supercoppe, sette Champions a cui si vanno ad aggiungere gli ori mondiali ed europei conquistati con la nazionale fanno della schiacciatrice toscana uno dei simboli del volley (e dello sport italiano in generale).

Ritirarsi, smettere di fare quello che si è fatto per quasi trent'anni è come aprire una porta su un futuro ignoto ma che per Francesca Piccinini tanto sconosciuto potrebbe non essere visto che l'ex pallavolista azzurra ha, anche in passato, cercato di conciliare per quanto possibile la propria vita professionale con alcuni impegni fuori dal campo di gioco.

Quello che resta della Piccinini donna e atleta è l'immagine di una persona forte e libera in grado di ispirare le generazioni presenti e future.

Una donna che ha sempre amato mettersi in gioco e sfidare se stessa compiendo scelte mai banali o di convenienza.

E se è vero ciò che dice Paulo Coelho "bisogna sempre sapere quando una fase giunge alla fine" va anche aggiunto che una fine può rappresentare spesso un nuovo inizio.

Fonte: l'autore Leandro Malatesta

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.