Zitti e buoni, gli Azzurri sulla scia dei Maneskin sul tetto d’Europa!

La vittoria piu' bella del  gruppo di cemento armato forgiato dal capomastro Roberto Mancini mai cosi' bravo in panchina , nel continente si  gioca in  italiano

di Luca Sala
Luca Sala
(264 articoli pubblicati)

L'Italia ha fatto un  vero 68 conquistando con pieno merito Euro 2020, personalmente godo doppio visto che sono nato  proprio  in quell'anno di grazia , finalmente la nostra Nazionale ha concesso il magico bis.

Curiosamente in famiglia ho vissuto un derby con mia sorella Laura ,lei del 66 legato indissolubilmente alla conquista del Mondiale dell'Inghilterra , ancora l'unico misero  trionfo degli inventori del football .

Difficile mettere insieme una finale piu' avvincente di questa, coi favoritissimi uomini di Southgate in virtu' di bravura e fattore campo, ma  Covid-19 e  soprattutto la proverbiale italica cazzimma nelle situazioni impossibili hanno fatto il botto che non ti aspetti.

Confesso di aver seguito saltuariamente questo gruppo agli  esordi col Mancio  3 anni orsono, mi pareva la solita squadra  fatta di vecchie lenze  piu' che di giovani quando si trattava di giocare le gare ufficiali, titolai perfino "Se questa e' la Nazionale che abbiamo non andiamo lontano" in uno dei miei pezzi per questa rubrica,  potrei benissimo venir  sbertucciato come accade al   povero tifoso inglese fattosi tatuare alla vigilia la coppa purtroppo per lui persa,   allora come oggi ero tuttavia convinto avessimo  una qualita' media altissima  dei giocatori su cui fare affidamento nei diversi ruoli. 

Non lo dico oggi che sarebbe fin troppo facile , ma contare sulla  spina dorsale Donnarumma, Bonucci e Jorginho e' il massimo che ci fosse e all'esordio con la Turchia ho capito  una volta per tutte che  il prodigio era  veramente riuscito ,  tutti i pezzi in squadra e  fuori erano al loro posto come  nel piu' promettente e riuscito puzzle .

E' stata un'escalation formidabile di emozioni il cammino dei nostri audaci ragazzi che ci hanno regalato un mese magico come solo nello sport accade, la goduria dell'Italia tutta e degli Italiani sparsi nel mondo non la dimenticheremo mai.

A me rimarra' nel cuore per sempre   Federico Chiesa, piu' e non solo per essere il mio giocatore preferito in assoluto, quanto per la telefonata fatta  in campo   a sua mamma prima ancora di festeggiare il trionfo finale, io che ho perso mia madre Gigliola nemmeno un mese fa avrei fatto lo stesso... CIAO MAMMA QUESTA VITTORIA E' PER TE!

Fonte: l'autore Luca Sala

DI' LA TUA

3
3 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. SportsMan - 3 settimane

    Avanti a testa alta per un nuovo Rinascimento che l’Italia merita

  2. SportsMan - 3 settimane

    Mancini e isuoi ragazzi hanno fatto l’impresa piu’ bella nel momento piu’ brutto

  3. SportsMan - 3 settimane

    Commovente tributo che diventa di vero aiuto per tutti noi sportivi italiani

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.