3 gennaio 2018, un triste compleanno per Schumacher

Michael Schumacher compirà 49 anni ma non potrà né leggere né sentire i nostri auguri

di Piero Tansini
Piero Tansini
(248 articoli pubblicati)
Schumi a Fiorano io lo ricordo così

Michael Schumacher è tra gli sportivi più amati nel mondo. Vuoi perché vinse tanto con la Ferrari, vuoi perché un incidente sugli sci il 29 dicembre 2013 le causò lesioni cerebrali di cui ancor oggi non ne conosciamo l'entità. Ebbene per questi motivi è ancor oggi osannato, quasi venerato da milioni di tifosi sparsi nel mondo. Purtroppo e ciò può essere anche comprensibile dopo l'incidente la sua famiglia non diede mai notizie precise sul suo vero stato di salute. Pochi sanno come sta ma hanno il veto di non comunicarlo ai media e tifosi.

Inutile pressare la famiglia Schumacher già troppo provata. Non scrivo in questa sede per invogliare i tifosi ad ignorarlo,guai farlo. So che arriveranno a Ginevra milioni di messaggi oppure i social scriveranno belle cose sul grande campione tedesco. Giustissimo farlo ma in un giorno che può essere triste per lui e la famiglia io lo voglio ricordare ancora in pista a Fiorano sulla sua Ferrari.

Il 15 agosto 2000 come tanti assistetti a bordo pista a Fiorano ad un suo giorno di test. In quei giorni lui era in lotta con Hakkinen per vincere il suo primo Mondiale in Ferrari. Lo desiderava dal 1996 quando firmò per la Scuderia di Maranello dopo due titoli vinti con la Benetton. Tra pochi giorni avrebbe corso in Ungheria e di punto in bianco decise di provare a Fiorano anche a Ferragosto.La notizia si sparse a macchia d'olio. Io la lessi sulla Gazzetta dello Sport . Preparai la trasferta con cura e con me portai anche una video camera con cui girai un cortometraggio che ogni tanto mi rivedo dopo averlo portato su DVD. Quel servizio l'ho guardato anche alla vigilia del compleanno di Michael cioè oggi 2 gennaio 2018. Forse è uno dei ricordi più belli e così voglio ricordarlo. Fare gli Auguri in anticipo porta male e visto che farlo domani mi intristisce ho anticipato il racconto.

Alla famiglia Schumacher do il massimo sostegno morale sperando che Michael possa riprendersi quel tanto che basta per fare una normale vita di uomo normale come desiderava farlo lui fuori dall'abitacolo della sua Ferrari. Forza Michael, resisti.

Fonte: l'autore Piero Tansini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.