Ciclismo: Record Mondiale di dislivello per Cristian Nardecchia

Il ciclista di Sezze compie l'impresa di percorrere 18.075 metri in 22h 17' e 56

di Fabio Faiola
Fabio Faiola
(101 articoli pubblicati)

Cristian Nardecchia è il nuovo Re del dislivello Mondiale e tra le giornate di sabato 11 e domenica 12 settembre, a Sezze in provincia di Latina, si è preso lo scettro del portoghese Tiago Ferreira, che si era fermato a 17.753 metri in 23h 29' e 34". Per rendere l'idea della portata di tale risultato bisogna dire che l'atleta setino si è cimentato su di un percorso con una variazione di altitudine pari a 8848,86 slm, poco più del doppio della cima dell'Everest, da cui prende il nome la competizione: "More Than Double Everesting"

Supportato dal calore e l'affetto della sua gente e dei propri cari  (ma in primis dalle sue gambe e forza di volontà), Super Nardecchia ha percorso 241 giri da 570 metri con pendenza del 14,3% e 75 metri di dislivello, che nel computo finale significano 274 km e 740 metri in 22h 17' e 56". 

Encomiabile è stato il sostegno dei suoi concittadini e amici che non gli hanno mai fatto mancare il supporto nei momenti più difficili, e chi non era li non potrà mai capire cosa significa Cristian per la sua città. 

L'impresa è stata resa possibile grazie all'aiuto fondamentale della sua squadra e dello staff: "la Nardecchia-Montini Team" composta dal Presidente  Stefano Montini, da Davide Perna, da Riccardo Cavaricci, da Andrea De Mei e Salvatore Santoro, che a turno si sono succeduti nella staffetta. Un ringraziamento in particolare va a Roberto Cavaricci, a Leonardo Tiritera, a Giorgio Leggeri, ad Antonio Codesta, al meccanico Angelo Tartaglione (senza il quale le bici non potrebbero essere impeccabili) ed  alle sapienti mani della massaggiatrice Regina Schievano. 

Le dichiarazioni di Cristian e dei su cari

"E' stata una giornata dal sapore particolare, condivisa da tutti. Questo  è  il record dell'amicizia e dell'altruismo. E' stata durissima, perchè ieri pomeriggio (sabato 11-09) dopo solo 4h volevo mollare. Faceva molto caldo, ma è venuto in mio soccorso Stefano Montini, che ha saputo dire le parole giuste per farmi continuare.  Quando è calata la temperatura, tutto si è fatto più facile e  a 4 giri dal termine ho capito che era fatta. Devo ringraziare tutti coloro che mi sono stati vicino, sia nella preparazione che in queste 24 ore. Adesso basta imprese, voglio solo correre con gli amici". 

Paolo e Graziella Nardecchia

"E' la cosa più bella del Mondo realizzare un sogno. Sapevamo che ce l'avrebbe fatta, perchè Cristian  è testardo. Inizialmente, quando nostro figlio ci ha detto quello che avrebbe voluto fare, non abbiamo dormito per qualche notte, poi ci siamo abituati all'idea".

 Umberto (il fratello), ex ciclista professionista, ha contribuito a questa grande affermazione cercando di gestire l'ansia e mantenendo quanto più possibile la quiete intorno a Cristian.  

Le dichiarazioni di Alberto Spagnoli e del Presidente Montini

 "So cosa vuol dire la fatica,  e dire quello che ha fatto  sia eccezionale non basta, perchè è stato molto di più". Alberto (ingegnere nella vita) è l'ideatore di tale impresa ed ha un passato nell'atletica leggera e nel triathlon sulla distanza Ironman, con un curriculum notevole da dirigente sportivo.

 Presidente Montini: "Ci sono stati 3 momenti di crisi in questo record. Cristian mi ha fatto capire che dovevo cambiarmi e montare in sella  per stargli vicino, l'ho fatto con grande piacere come del resto tutti gli altri componenti della squadra."

Conclusioni

Dietro a un grande uomo c'è sempre una grande donna e Nardecchia ha potuto contare sul sostegno  della cara moglie Daniela che è stata al suo fianco dal primo all'ultimo giro incitandolo a non mollare mai. Un sentito grazie và  all'amministrazione e al comandante dei vigili locali ,  che insieme ai suoi uomini e donne ha tenuto in ordine la viabilità. Il primato è stato certificato dalla Timing Data System ed omologato dai giudici del Word Official Record, gli spagnoli David Ventura e Sandra Lopez. 

Fonte: Pasquale Cangianiello, senza il quale non sarebbe stata possibile la stesura del pezzo.

Fonte: l'autore Fabio Faiola

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.