UEL, sedicesimi: Zenit, la sorpresa Ostersund e le squadre basche

Mancini conquista più punti di tutti, frenato dal solo Bendtner. Vanno avanti Athletic Bilbao e Real Sociedad, assieme agli svedesi

di Davide Manca
Davide Manca
(438 articoli pubblicati)
Torino FC v FC Internazionale Milano - S

Hertha Berlino senza più ambizioni né voglia di vincere contro un Östersund multietnico già qualificato: il tecnico ungherese Pal Dárdai schiera il figlio di Jurgen Klinsmann, Jonathan, in porta facendolo debuttare tra i professionisti e inserisce una formazione di riserva, puntando sulla trequarti su Pal Dárdai. No, non su sé stesso: l'allenatore schiera infatti il figlio omonimo nato a Berlino nel 1999. E lo schiera, per la prima volta, da titolare. Dárdai figlio cerca di ripagare la fiducia dell'allenatore e al 19' coglie una traversa con un tiro da fuori area a Keita (portiere svedese) battuto. Nella ripresa, il difensore centrale Mukiibi fa quello che vuole nell'area avversaria e serve Papagiannopoulos, altro difensore centrale in forza agli svedesi, che batte Klinsmann.

La replica dei berlinesi non si fa attendere: il terzino sinistro Mittelstädt arriva nell'area dell'Östersund e beffa l'intera linea difensiva svedese servendo Pekarik, l'altro terzino dell'Hertha che deve solo appoggiare a porta vuota. A tre minuti dalla fine, Mittelstädt (H) stende Sema (O) in area e l'arbitro assegna il rigore: Brwa Nouri s'incarica dagli undici metri, Klinsmann intuisce, si tuffa alla sua sinistra e respinge il penalty. Gli svedesi perdono la chance per raggiunge la prima posizione nel girone J. Zorya-Athletic Bilbao finisce 0-2: Raúl García e Aduriz provano in ogni modo a segnare e nella seconda frazione di gioco arrivano entrambi a siglare un gol, Aduriz di testa, Raúl García stoppando un cross in area e calciando da pochi metri in porta, entrambi assistiti da Susaeta. L'Athletic Bilbao conclude il girone al primo posto con 11 punti, gli stessi dell'Östersund, secondo per gli scontri diretti. Zorya (6) terzo, Hertha Berlino (5) ultimo.

Nell'ultimo raggruppamento della UEFA Europa League, il Vardar passa in vantaggio contro il Rosenborg con la rete di Ytalo al nono minuto di gioco. Nei minuti di recupero il centravanti danese ex Arsenal e Juventus Nicklas Bendtner realizza il rigore che vale il definitivo 1-1. Entrambe le compagini sono eliminate dalla competizione, il Vardar con 1 punto, i norvegesi con 5. La punta Bendtner termina la competizione con 4 reti nel torneo, di cui tre nella fase a gironi: le marcature nella fase a gironi sono sempre arrivate su rigore, inoltre quando il danese è andato a segno il Rosenborg non ha mai perso.

Bendtner arriva al 23° gol stagionale ed è l'unico ad aver tolto i tre punti a Mancini in Europa: nel novembre scorso, la sua rete fu pareggiata nei minuti di recupero del secondo tempo da quella di Kokorin che valse l'1-1 finale. A San Sebastián, lo Zenit di Mancini vince 3-1 contro la Real Sociedad: in gol Erokhin (Z), Willian José (RS), Ivanović (Z) e Paredes (Z). Il gol del difensore serbo ex Chelsea è tra i migliori della serata, su cross di Kuzyaev il centrale difensivo stoppa di petto e batte Rulli con una rovesciata all'angolino. Nel finale Paredes si porta a spasso la difesa basca e sigla il 3-1 finale. Zenit (16) e Real Sociedad (12) passano ai sedicesimi, i russi da imbattuti - assieme ad Atalanta, RB Salisburgo e AEK Atene - e con il maggior numero di punti conquistati tra le squadre qualificate.

Juventus v Torino FC - Serie A
Fonte: l'autore Davide Manca

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.