Lecce, dimostra di valere l’amore dei tifosi

La squadra giallorossa ha la grande occasione di riscattare le recenti delusioni e far gioire finalmente i propri tifosi

di Stefano Stomeo
Stefano Stomeo
(3 articoli pubblicati)
US Lecce

13 maggio 2012. Questa data rappresenta un crocevia importante per la storia recente del Lecce. Quel giorno la formazione giallorossa perde sul campo del Chievo e retrocede in Serie B.  Ma l’incubo peggiore si sarebbe materializzato qualche settimana dopo: il club infatti, ritenuto responsabile della combine nel derby col Bari dell’anno precedente, è costretto a subire una doppia retrocessione, ritrovandosi addirittura in Serie C. Da quell’estate sono passati quasi 6 anni, ma il Lecce non è riuscito più a muoversi: tante cose sono cambiate, dalla proprietà agli allenatori e ai giocatori, ma la categoria è rimasta la stessa, quella Serie C che è diventata un inferno da cui cercare di andar via il prima possibile. Ma non è l’unica cosa ad essere rimasta uguale in questi ultimi anni.
 
Un altro aspetto, il più importante, è rimasto immutato in questi 6 anni infernali: l’amore dei tifosi per la squadra. Sono i fatti a dimostrarlo: nelle partite casalinghe la media spettatori è altissima, quasi sempre oltre i 10000 spettatori, con picchi intorno ai 18000 spettatori. Una media tale da far impallidire tante squadre di serie A. Un amore incondizionato, minimamente influenzato dalla categoria. I tifosi ci sono sempre stati, sono sempre rimasti vicini alla squadra, soprattutto nei momenti difficili. La squadra, invece, non è riuscita a mantenere le promesse. L’obiettivo di conquistare la Serie B è naufragato sempre sul più bello, con la squadra ogni anno costretta a giocare i playoff promozione che son sembrati più una punizione che un’ulteriore opportunità.
 
In questa stagione il Lecce ha una chance importante. A poche giornate dalla fine è in testa al girone C, con 4 punti di vantaggio sul Catania e 5 sul Trapani, ma deve ancora riposare a differenza delle compagini siciliane, che si affronteranno proprio nella giornata in cui il Lecce riposerà. La vittoria caparbia e coriacea ottenuta domenica scorsa sul campo della Reggina ha ridato fiducia alla squadra e all'ambiente dopo un periodo particolarmente difficile che rischiava di riportare alla luce vecchi fantasmi. Il gruppo è unito, e il recente rientro in lista di Pacilli favorito dal gesto d’amore di Torromino verso i colori giallorossi ( in settimana il giocatore, infortunato, ha firmato la risoluzione del contratto per permettere al compagno di poter giocare) è una dimostrazione lampante di forte attaccamento alla maglia. Ora sulla strada del Lecce ci sono tre squadre: Fondi, Paganese e Monopoli. Le ultime tre partite rappresentano la grande occasione per riscattare le delusioni degli ultimi anni e tornare in Serie B. È arrivato il momento che il Lecce ripaghi la fiducia e l’amore che i tifosi non hanno mai fatto mancare, nemmeno nei momenti più bui. Hanno versato tante lacrime, ora si meritano di gioire: Lecce, tocca a te.

Fonte: l'autore Stefano Stomeo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.