Fabio Pecchia alla Gazzetta fannews:

La Cremo di  mister Pecchia sta dimostrando, in silenzio,  di essere una solida squadra al pari delle migliori formazioni che puntano al salto di categoria

di Fabio Faiola
Fabio Faiola
(96 articoli pubblicati)

Dopo la salvezza della passata stagione, il tecnico Fabio Pecchia ha iniziato un nuovo corso allestendo, insieme alla società, una squadra di tutto rispetto che può puntare davvero in alto. Tra esperienze nazionali ed extra-continentali, il mister pontino è uno dei migliori allenatori in circolazione per competenze e professionalità, ed infatti la dirigenza ha deciso di blindarlo per costruire qualcosa d'importante. Pertanto, ringraziamo Pecchia e il suo staff per averci rilasciato l'intervista che presentiamo.

Mister, quando a 12 anni lasciò Lenola, avrebbe mai immaginato di realizzare ogni suo sogno calcistico?

"Non lo immaginavo, allora potevo solo sognare di fare ciò che ho fatto. Mi ritengo una persona fortunata in quanto ho realizzato questo sogno".

Lei è stato allenato dai più grandi allenatori italiani e non solo, da ognuno di loro si impara sempre qualcosa. Chi è che porta maggiormente nel suo cuore senza fare torti a nessuno?

"Ho avuto la fortuna di essere allenato e formato da tanti tecnici di alto livello. Dentro di me porto qualcosa di tutti, e da ognuno di loro ho appreso parecchio e sotto molti aspetti, come la gestione del gruppo, la gestione del campo e della partita. Devo dire con sincerità che da tutti ho ricevuto tanto  dal punto di vista tecnico ed umano".

Anche da allenatore sta dimostrando tutte le sue qualità e professionalità, l'impressione è quella che Mister Pecchia debba ancora dare il meglio di , è d'accordo?

"Staremo a vedere cosa succede. Intanto, voglio sottolineare il fatto che l'ambiente della Cremonese mi ha accolto fin dal primo giorno, infondendomi tanta fiducia. Quando sono arrivato, lo scorso anno, da subito ho avvertito un clima familiare, e per questo farò di tutto per ripagare questa fiducia anche nella nuova stagione".

Da calciatore ha giocato con i più grandi campioni dell'epoca, come Zidane, Del Piero, Davids e Deschamps, tanto per citarne alcuni. Il calcio di allora sfigurerebbe con quello attuale? Oppure sarebbe un duello da cavalleria rusticana?

"Questi 4 giocatori farebbero la differenza anche oggi, ne sono assolutamente sicuro, perchè il mio calcio non è roba di 50 anni fa".

Come sono cambiate le metodologie d'allenamento ed integrazione rispetto ai suoi tempi?

"Le metodologie sono cambiate moltissimo perchè adesso c'è più attenzione dal punto di vista della gestione dei carichi, dell'alimentazione e degli allenamenti. Anche i ritmi delle gare sono diversi, forse perchè sono migliorati gli atleti stessi e non solo le metodologie".

Ovunque abbia allenato si è sempre avuta la sensazione che le davano poco tempo per costruire qualcosa d'importante, cosa che non accade certo a Cremona, anzi puntano molto su di lei, e fanno bene. Insomma, lei costruiva le fondamenta e poi erano altri a raccogliere i frutti del suo lavoro. Può esserci qualche fondamento in questa analisi?

"No, non credo. Dove sono stato ho solo cercato di portare il mio metodo e di costruire qualcosa. Tante volte ci sono riuscito , mentre in altre ho incontrato più difficoltà. Resta il fatto che, sia in Italia che  in Giappone,  ho cercato di portare il mio modo di essere all'interno di club che mi hanno messo a disposizione strutture e risorse umane per poter ben lavorare. E' chiaro che per raccogliere frutti ci vuole del tempo e può capitare a volte che il lavoro realmente svolto non dia i giusti risultati".

Fine parte.

Fonte: l'autore Fabio Faiola

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.