Serie A, 36ª giornata: il Milan umilia il Torino. La Juve vince 3-1

I rossoneri  tempestano di reti il povero Torino (0-7), che inerme assiste alla disfatta casalinga. La Juve torna al successo a Sassuolo (1-3) e resta in scia

di Fabio Faiola
Fabio Faiola
(80 articoli pubblicati)

Torino-Milan

Il risultato più sorprendente è il 7-0 del Milan in casa del Torino, che ha infranto il grande cuore dei  tifosi granata. Mattatore della serata è stato il croato Ante Rebic, il quale, con la tripletta di ieri sera (67', 72' e 79'), ha portato il suo bottino personale a quota 11 in 26 presenze. Le altre reti sono state di Hernandez al 19' e al 62', Kessie al 26' e di Diaz al 50'. Adesso, alla luce di questa vittoria schiacciante, agli uomini di Pioli restano  due ostacoli  da superare: il primo contro il Cagliari in  casa, ed il secondo a Bergamo dove  affronteranno la Dea. Anche se la forma è ottima i milanisti dovranno dare fondo a tutte le loro energie, perchè entrambi gli avversari hanno obiettivi irrinunciabili da perseguire. Al Torino, invece, mancano ancora 3 gare per salvarsi e riscattare la brutta figura fatta in Piemonte.

La Juventus torna ad essere bella di sera e vince per 3-1 sul campo del Sassuolo. Dopo un inizio in sordina, in cui l'eterno Buffon ha parato un rigore al 16' a Berardi, Rabiot al 28' e CR7 al 45' hanno chiuso il primo tempo sul 2-0. Nella ripresa i padroni di casa hanno accorciato le distanze al 59' con il talentuoso Raspadori; passano solo 7 minuti e Dybala al 66' sigla il definitivo 1-3, tenendo viva la speranza del 4º posto.

Samp-Spezia

Il derby ligure tra Sampdoria e Spezia finisce 2-2. La squadra dell'allenatore Vincenzo Italiano ha assaporato  il gusto della vittoria fino all'80' quando Keita ha pareggiato i conti. Il punto per gli ospiti è fondamentale per continuare a lottare per la salvezza, dove lo Spezia ha buone possibilità di riuscita. Per Ranieri si allontana l'obiettivo dei 52 punti. Le altre marcature sono state di Pobega al 15' e 73', mentre il momentaneo 1-1 è  di Verre.

Lazio-Parma

La Lazio piega in extremis (al 95') la resistenza del Parma, grazie al gol di Ciro Immobile che, nonostante abbia avuto una stagione sottotono, ne ha messe dentro 20. I biancocelesti certamente non andranno in Champions, ma almeno hanno lottato fino alla fine per  tale obiettivo, a differenza dei loro cugini giallorossi, che affronteranno nella prossima giornata, i quali hanno gettato la spugna troppo presto. Per i ducali è stata una prova di carattere che  consentirà loro di chiudere con dignità il torneo.

Inter-Roma

A San Siro l'Internazionale batte la Roma per 3-1, dove a fare notizia è l'alterco tra il tecnico Conte e Lautaro,  cose che capitano a chi ama l'agonismo feroce come loro. Le segnature sono satate  di Brozovic al 13' e Vecino al 20', poi la Roma ha accorciato al 31' con Mkhitaryan ed infine Il colosso Lukaku ha siglato al 90' il 3-1 finale.  A Fonseca non resta che il derby per salvare il salvabile e tenere il 7º  posto per la Conference League

Il Genoa supera il Bologna al Dall'Ara e stacca il biglietto per la  prossima stagione in A. Questa volta Ballardini non sbaglia formazione e schiera subito Scamacca e Shomurodov, che gli regalano la vittoria per 2-0 grazie alle marcature di Zappacosta al 13' e dello stesso Scamacca al 61'. I bolognesi, ormai salvi, stanno facendo il minimo sindacale, nonostante abbiano un allenatore iper-esigente.

L' Atalanta  inguaia il Benevento  con le reti di Muriel al 22' e Pasalic al 67'. Ora per Pippo Inzaghi sarà durissima  restare nella massima serie, e anche se dovesse vincere contro il Crotone nel prossimo turno, dovrà sperare in passi falsi delle sue dirette concorrenti e vincere  anche contro il Torino nell'ultima giornata (difficile che accada). Per Gasperini è l'ennesimo trionfo che dimostra che il calcio spettacolo si può fare anche 

Il Cagliari e la Fiorentina evitano di farsi del male e chiudono sullo 0-0 l'incontro più importante in ottica salvezza. Adesso avranno gli ultimi 180' per centrare comodamente l'obiettivo. Nell'anticipo del martedi Il Napoli ha imperato sull'Udinese per 5-1, e resta al quarto posto in solitaria, e nell'attesa del posticipo tra Crotone e Verona, dalla Gazzeta Fannews è tutto.

Fonte: l'autore Fabio Faiola

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.