Sergej Milinkovic-Savic: il “sergente” nella neve di Roma

Arrivato da perfetto sconosciuto e consacratosi quest'anno: Lotito e Inzaghi si godono le prodezze del gioiello serbo, rincorso già dalle Big di mezza Europa

di Alessio Russo
Alessio Russo
(12 articoli pubblicati)
US Sassuolo v SS Lazio - Serie A

Figlio di emigrati serbi, Sergej Milinkovic-Savic nasce in Spagna, a Lleida, il 27 febbraio 1995. Figlio di un ex-calciatore e di una cestista, comincia a giocare a calcio fin da bambino, facendo intravedere già discrete doti. Tornato in patria comincia a giocare nelle giovanili del Vojvodina. Dopo una sola stagione giocata nel club che lo ha lanciato tra i professionisti si trasferisce in Belgio al Genk, sulla base di una cifra vicina ai 400mila euro. Qui disputa una stagione che lo vedrà protagonista e che attirerà a sé le sirene di due squadre italiane.

Era agosto 2015 quando Milinkovic-Savic avrebbe iniziato la sua avventura nella Serie A. Sembrava già tutto concluso con la Fiorentina, che aveva offerto una somma di circa 10 milioni di euro, subito accettata dal presidente belga. Il serbo si presentò in sede viola, ma per motivi non del tutto chiari (si parla di questioni private tra lui e la sua fidanzata, che non avrebbe gradito come destinazione Firenze) disse a Pradè che gli era impossibile firmare il contratto. Il ds Viola, palesemente infastidito dal suo atteggiamento (dopo che pochi mesi prima c'era pure stata la telenovela  Salah) decise allora di chiudere le trattative, utilizzando anche dure parole ( "Non preghiamo nessuno di venire da noi" ). 

Su questo giovane talento serbo si fiondò subito il presidente della Lazio Lotito, che riuscì ad accaparrarselo per circa 8.5 milioni più bonus. Da quel momento cominciò la sua carriera calcistica nella massima competizione italiana.

Nella sua prima stagione italiana inizia a fare intravedere una parte del suo potenziale: è un centrocampista "box to box" come direbbero in Inghilterra, ricopre tutti i ruoli del centrocampo, dalla mediana fino alla trequarti offensiva. Dotato di un ottima tecnica di base, buonissima visione di gioco, potente tiro dalla distanza e tempismo negli inserimenti, diventa un importante fattore sopratutto in chiave realizzativa. Conclude l'annata con 35 presenze e 3 reti, conquistandosi ben presto una maglia da titolare e la riconferma.

Ma è la seconda stagione a consacrarlo davvero tra i grandi della Serie A: con 7 goal in 39 apparizioni diventa uno dei centrocampisti più prolifici del campionato e fa piombare addosso a sé gli occhi di mezza Europa con Lotito che fissa il prezzo del cartellino: 100 milioni. Alla fine del calciomercato il presidente laziale dichiarerà addirittura di aver rifiutato un offerta di 70 milioni proveniente dalla Premier League (con ogni probabilità dallo United di Mourinho), sostenendo che i margini di miglioramento del ragazzo siano ancora molto ampi e che quindi, a meno di offerte irrinunciabili, avrebbe trascorso ancora molti anni nella Capitale.

Ora il giocatore serbo, che ha appena 23 anni (compiuti ieri), sta dimostrando a tutti il proprio valore, vivendo la sua migliore stagione da quando è in Italia: alla 26esima giornata ha già messo a segno 9 goal e 2 assist, formando insieme ad Immobile la coppia più prolifica del campionato per una singola squadra: infatti i loro 32 goal complessivi (23 messi a segno dal bomber di Torre Annunziata) superano quelli della coppia juventina Higuain-Dybala "ferma" a 28 (14 goal messi a segno da entrambi). 

Inzaghi, Lotito e tutti i tifosi laziali si godano le prodezze del "sergente" serbo, che stasera nel gelo e sotto la neve di Roma, proverà a centrare un'altra finale di Coppa Italia. 

AC Milan v SS Lazio - TIM Cup
Fonte: l'autore Alessio Russo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.