Squillo Milan! Il diavolo abbatte la lupa! Ci pensano Kessié e Rebic!

Il Milan espugna l'Olimpico battendo la Roma di Fonseca per 2-1. Continua la maledizione dei giallorossi negli scontri diretti. Il Milan risponde alle critiche.

di Biagio Grillo
Biagio Grillo
(17 articoli pubblicati)
Roma Roma Milan 1-2 Serie A Tim 28 febbr

Vittoria importantissima per la squadra di Pioli, che dimostra carattere e torna da Roma con tre punti in saccoccia. Il Milan doveva rispondere, oltre che all'Inter che aveva vinto nel pomeriggio, anche a se stesso, dopo una serie di sconfitte che l'avevano un po' ridimensionato.

La trasferta di Roma nascondeva più di un'insidia, e in più c'era la pressione di non poter sbagliare e dover rispondere ai cugini, che agevolmente si erano liberati del Genoa.
La partita è forse la più bella del campionato finora, una partita da Premier League, giocata a ritmi altissimi per tutti i 90° minuti, piena di ribaltamenti di fronte e di belle giocate tecniche, e duole il fatto che il pubblico si sia perso questo spettacolo dal vivo. 
Il Milan approccia alla grande la partita, costringendo la Roma nella propria area e creando diverse palle goal, con Pau Lopez impegnato in più di un'occasione, e che è bravo a sventare i pericoli che arrivano dalle sue parti. Rossoneri che si vedono anche annullare due goal per fuorigioco, prima a Tomori, poi a Ibra. Il Milan trova il vantaggio a due minuti dalla fine del primo tempo, quando Fazio atterra ingenuamente Calabria sulla linea dell'area, concedendo rigore. Rigore che lo specialista Kessié trasforma senza esitazione, segnando il suo 8° goal in campionato. Si va al riposo col Milan avanti.
Al 50° però, la Roma riesce a trovare il pareggio con l'inserimento del solito Veretout che, servito da un sontuoso Spinazzola, di destro insacca alle spalle di Donnarumma, trovando il 10° goal del suo campionato. 
Poco dopo, Ibra è costretto al cambio per un problema fisico, ancora da valutare, entra al suo posto Leão.
Al 58° l'azione che decide il match. Parte tutto da un rinvio sbagliato di Pau Lopez, dove Saelemaekers è il più svelto ad intercettare, il belga serve Rebic (che ha giocato una delle più belle partite da quando è al Milan) il quale con una bella giocata batte imparabilmente il portiere spagnolo con un preciso diagonale di mancino. 
Milan che grazie a questo successo si riporta a -4 dall'Inter capolista, dando l'impressione di non volerle rendere la vita facile fino alla fine. Sarà una lotta scudetto serrata, dove il margine d'errore sarà ridottissimo, e dove ogni punto può essere determinante. 

Uomo partita: Ante Rebić

Fonte: l'autore Biagio Grillo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.