Milan-Chievo, rimonte e controrimonte: André Silva ancora decisivo

Una partita ricca di gol ed emozioni, che alla fine ha premiato il grande cuore dei ragazzi di Gattuso. Il match-winner è ancora una volta il portoghese

di Riccardo Anelli
Riccardo Anelli
(64 articoli pubblicati)
MILAN CHIEVO SERIE A 2017-2018

Milan-Chievo 3-2

Questo Milan non molla mai. Come il suo allenatore, che nel giro di tre mesi ha trasformato il pessimismo iniziale in entusiasmo contagioso. Ed ora il Diavolo è in piena zona Europa League, mentre quella Champions League dista solo cinque punti. Dopo le fatiche (e i torti arbitrali) europee i rossoneri si sono rituffati nel campionato contro un Chievo in piena crisi, ma non per questo arrendevole. Il pomeriggio di San Siro infatti si è rivelato un'altalena di emozioni, tra rimonte e controrimonte. L'ago della bilancia però è stato ancora una volta Andre Silva, che ha fissato il risultato sul definitivo 3-2. Riviviamo quindi tutte le emozioni della gara di ieri.

Subito Calhanoglu, poi l'uno-due clivense

Buona partenza del Milan, che per sbloccare il match ci mette solamente dieci minuti. L'asse Kessie-Suso sfonda sulla destra, con l'ivoriano che di forza supera Jaroszynski, mette al centro, ma Sorrentino smanaccia. Il pallone però arriva sui piedi di Calhanoglu, che controlla e piazza il pallone nell'angolino. 1-0 e partita in discesa, anche se il vantaggio non è certo rassicurante.

Dopo una mezz'ora abbastanza anonima infatti la squadra di Maran rialza la testa e ammutolisce i quasi 50000 del Meazza con un uno-due micidiale e inaspettato. Giaccherini prende il tempo a Borini, cross per Stepinski, complice anche una deviazione di Bonucci, e palla in rete. A distanza di un minuto però arriva anche il clamoroso sorpasso. Tentativo dalla destra di Cacciatore, respinta corta di Zapata e missile terra-aria di Inglese che termina all'incrocio dei pali, fulminando l'incolpevole Donnarumma. Si va al riposo sul punteggio di 1-2.

Pari di Cutrone e controsorpasso di Andre Silva

Nella ripresa però la reazione milanista è di qualità, ma soprattuto di grande cuore. Al minuto 52 infatti Biglia tira da fuori area, respinta corta di Sorrentino su cui si avventa il tarantolato Cutrone, che di sinistro fa 2-2. L'urlo però viene strozzato in gola. Il motivo? Entra in scena il VAR. Attimi di tensione, di attesa, soprattutto per i tifosi presenti allo stadio, poi il verdetto: il gol è valido!

Dopodiché la sfida assume un copione più in linea con le aspettative della vigilia. Il Milan fa la partita alla ricerca del quinto successo consecutivo, il Chievo invece si difende, consapevole che strappare un punto alla Scala del Calcio può essere comunque un buon risultato. Gattuso inserisce Andre Silva al posto di un Borini così e così e passa ad un inedito 3-5-2. In realtà un modulo mascherato.  Gli esterni infatti sono Calhanoglu e Suso, che in fase offensiva sono quasi in linea con i due attaccanti. Insomma, un 3-3-4.

La pressione del Diavolo aumenta, gli ospiti tentennano ed al minuto 82 capitolano per la terza volta. Corner dalla sinistra di Calhanoglu, tocco maldestro di Jaroszynski (ancora protagonista in negativo) e pallone che resta lì nell'area piccola. Praticamente un assist involontario per Andre Silva, l'uomo della provvidenza, che con il piattone fa esplodere San Siro di gioia, regalando ai rossoneri il secondo successo nei minuti finali.

Un 3-2 che avrebbe potuto essere 4-2, se solo Kessie non si fosse fatto neutralizzare un rigore nell'extratime. Un errore che però si rivela ininfluente. Il Milan soffre ma vince, mentre l'attaccante portoghese scaccia i fantasmi e realizza un altro gol decisivo. Il Chievo invece rimedia un altro ko ed ora la classifica fa davvero paura, perché la zona retrocessione è vicina, troppo vicina.

La sosta quindi servirà ai rossoneri per ricaricare le pile e prepararsi così al meglio al rush finale. Per i clivensi invece vale lo stesso discorso, con una piccola grande differenza. Dopo anni di salvezze tranquille infatti, per centrare la permanenza nella massima serie ci sarà da lottare fino in fondo.

Fonte: l'autore Riccardo Anelli

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.