Pogba e la Juve, un nuovo matrimonio è davvero possibile. Ecco perché

Il centrocampista francese è ormai ai ferri corti con Mourinho ed è deluso dall'esperienza al Manchester United. Raiola è già al lavoro per riportarlo a Torino

di Marcello Lavetti
Marcello Lavetti
(94 articoli pubblicati)
France v Croatia - 2018 FIFA World Cup R

Pog-back. Amori che tornano e poi muoiono, storie finite che si riaprono. La storia calcistica tra Paul Pogba, il Manchester United e la Juventus pare come quelle fiction in cui i personaggi vivono vicende tormentate, dove ciò che pareva ormai dissolto torna prepotentemente all’orizzonte. Così dopo il matrimonio bis tra il campione transalpino e i Red Devils, ecco alle porte un nuovo flirt con la SignoraIn casa bianconera sarebbero felicissimi di riabbracciare Paul e di dargli un ruolo centrale nell'entusiasmante progetto europeo, che peraltro ha trovato un boost clamoroso con l’arrivo di Cristiano Ronaldo. Anche il polpo vuole stringere tra le mani la Champions League, e mai come oggi la Juve ha tutti gli ingredienti per cucinare la ricetta vincente.

I dolori di Mino. Un eventuale ritorno in bianconero troverebbe le sponde giuste anche grazie al lavoro che già sta portando avanti il suo procuratore Mino Raiola, che dopo un mercato estivo vissuto sottotraccia vuole riprendersi la scena, e la mossa migliore è proprio quella che passa per il trasferimento di quello che oggi è l’elemento più rappresentativo della sua scuderia. Ibrahimovic e Balotelli, anche se per motivi diversi, non sono più stelle di prima grandezza, mentre giovani come Donnarumma e Kean non sono ancora campioni affermati a livello internazionale, anche se al portiere milanista manca davvero poco. Con un nuovo contratto a Pogba, Raiola si troverebbe nuovamente sul proscenio delle trattative con la possibilità di catturare nuovi assistiti e ripristinare un prestigio ultimamente un po’ ammaccato. La Juve non è il solo interlocutore, ci sono anche Barcellona, Psg e tra poco forse anche il Real Madrid. Sicuramente Paul si muoverà più facilmente la prossima estate, ma non sono comunque esclusi colpi di scena già per gennaio. Le ultime due stagioni in maglia United sono state poco soddisfacenti in rapporto alle attese, con un ruolo in campo mai veramente definito ed un burrascoso rapporto con Mou. Il fresco titolo mondiale con la Francia, ha però rilanciato l’immagine di un Pogba leader e campione di livello assoluto. La quotazione del giocatore non sarà certamente inferiore ai cento milioni di euro, più ricche commissioni per Raiola comme d’habitude.

Un tassello perfetto. Immaginare Pogba di nuovo inserito nel cuore del gioco bianconero, significa pensare ad una squadra al limite della perfezione. Se c’è un neo negli attuali ingranaggi di Allegri, quello sta proprio nella delega esclusiva a Pjanic nella prima costruzione. A fianco del bosniaco ruotano incursori di lusso come Khedira, Can e Matuidi, eccellenti nel recupero palla ed efficaci negli inserimenti, ma difficilmente in grado di proporre idee importanti in fase di rifinitura. Gli arretramenti di Dybala e Bernardeschi sono i rimedi adottati dal tecnico di Livorno per dare più varietà al gioco, ma si tratta di soluzioni che spesso si scontrano con la legittima volontà dei due attaccanti di partire da una posizione più avanzata. Pogba unisce fisicità a tecnica come nessun altro, è in grado di pressare come un mediano e fornire assist come un fantasista. Nei piedi ha almeno dieci gol a stagione, sarebbe un compagno fantastico per Pjanic ed inoltre un’opzione offensiva di gran talento, in grado di dialogare egregiamente con CR7 e gli altri avanti juventini. Vista l’abbondanza offensiva attuale, non è escluso che per finanziare il riacquisto di Paul non torni di moda una cessione di Dybala, che Simeone desidera ardentemente per il suo Atletico Madrid ma che potrebbe anche rivelarsi la pedina giusta per uno scambio più o meno alla pari proprio con il Manchester United. Le casse bianconere sono comunque solide, e allora si può sognare anche una metà campo offensiva  in cui l’azione parte da Pjanic, poi continua con Pogba e termina con un duetto tra Dybala e Cristiano Ronaldo. Roba mai vista, un lusso che rende il Pogback un’ipotesi sempre più eccitante per i tifosi di Madama.

Fonte: l'autore Marcello Lavetti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.