Champions League: le pagelle della Juventus

A mente fredda proviamo a dare i voti ai protagonisti della campagna europea juventina.

di Giulio Ferrarini
Giulio Ferrarini
(3 articoli pubblicati)
Ronaldo

PORTIERI

Szczesny 5,5: Durante tutta la fase a gironi si fa sempre trovare pronto sfornando ottime prestazioni. Agli ottavi però non trasmette la solita sicurezza e con la partecipazione di Bentancur regala il primo goal portoghesi.

Buffon 7: Chiamato in causa solo nel 3-0 di Barcellona fornisce una prestazione strepitosa.

DIFENSORI

Danilo 6: Nella fase a gironi dimostra di essere un punto cardine della Juventus di Pirlo, fornendo sempre buone prestazioni. Nella trasferta di Porto è uno dei pochi a salvarsi, purtroppo per il club bianconero salta la sfida più importante per squalifica.
Bonucci 5,5: Dimostra sempre sicurezza quando si tratta di impostare, meno bene invece quando c'è da difendere. È uno dei veterani di questa squadra, ci si aspettava qualcosa in più.
Demiral 5: Non bene il turco in questa edizione della Champions. Gioca cinque partite senza mai convincere del tutto. Sulla sua valutazione pesa il fallo da rigore causato a Torino contro il Porto.
Cuadrado 6,5: Macina chilometri sulla fascia ed è uno dei pochi a convincere. Nel 3-0 di Barcellona fornisce una prestazione ottima impreziosita con l'assist per il goal di Mckennie. Anche durante gli ottavi è uno degli ultimi a mollare. 
Alex Sandro 5: Salta le prime 3 partite per infortunio, poi al suo ritorno si comporta discretamente. Tuttavia nella doppia sfida col Porto è largamente insufficiente dove sbaglia moltissime giocate.

Chiellini s.v.

CENTROCAMPISTI

Rabiot 5: Il francese è troppo altalenante, alterna buone prestazioni a pessime partite. Durante questa Champions fornisce l'assist a Chiesa nella trasferta di Porto che tiene vive le speranze di qualificazione. Tuttavia da un giocatore con le sue doti tecniche e fisiche ci si aspetta di più.
Bentancur 4: Dovrebbe essere l'elemento cardine del gioco bianconero, ma la sua regia è sempre lenta e prevedibile. Imperdonabile l'errore in occasione del goal regalato a Taremi.
Ramsey 5: Gioca tra le linee e dovrebbe essere colui che si inserisce e crea scompiglio nelle difese avversarie, ma spesso si limita al compitino senza mai tentare la giocata.
Kulusevski 5,5: Mezzo voto in più perché all'esordio in Champions League e in una squadra come la Juventus dove la pressione è molto alta non sfigura. Non incide come potrebbe, ma il tempo è dalla sua. 
Chiesa 7: L'unico a tenere vive le speranze di qualificazione con tre goal contro il porto tra andata e ritorno. Sicuramente il migliore della Juventus, questa potrebbe essere la stagione della definitiva consacrazione.
Arthur 5: Dà l'idea di essere un giocatore con doti tecniche fuori dal comune, ma non le mette in mostra. Si limita al compitino con un'infinità di passaggi orizzontali.
Mckennie 5,5: Gioca una buona fase a gironi. Ma agli ottavi delude, un po' come tutta la squadra. 

Bernardeschi s.v.

ATTACCANTI

Morata 6,5: Segna 6 goal in 7 partite e tiene a galla l'attacco juventino per tutta la fase a gironi. Non gioca l'andata degli ottavi di finale per un problema fisico e tutta la squadra ne risente molto.
Dybala 5,5: Gioca cinque partite e segna un solo goal, purtroppo anche diversi problemi fisici ne condizionano le prestazioni.
Ronaldo 5: Segna solo 4 goal di cui 2 su rigore. Dovrebbe salire in cattedra durante la fase ad eliminazione diretta ma a quel punto diventa addirittura dannoso per la squadra. Risulta essere inconcludente e confusionario e perde moltissimi palloni. Immagine emblema della sua Champions è il buco che crea in barriera sulla punizione di Sergio Oliveira che consegna la qualificazione ai quarti di finale al Porto. 

ALLENATORE 

Pirlo 5: È una Juventus giovane e ancora in fase di costruzione. Purtroppo sbaglia costantemente l'approccio nelle partite più importanti. Contro il Porto il passaggio del turno era ampiamente alla portata ma non riesce a trasmettere la giusta convinzione ai suoi. Bisognerebbe anche ricordare che Ronaldo è un giocatore come gli altri e quando gioca male va sostituito.

Fonte: l'autore Giulio Ferrarini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.