Calcio, Coppa Italia: la Juve prende a spallate la squadra di Marino

Pirlo ed i suoi uomini liquidano la pratica Spal con 2 reti per tempo servendo il poker ai ferraresi, che dicono addio al sogno della semifinale.

di Fabio Faiola
Fabio Faiola
(80 articoli pubblicati)
AS Roma v Juventus - Serie A

Troppa differenza in campo tra le 2 formazioni e come da pronostico i bianconeri hanno domato gli spallini, che nulla hanno potuto contro gli uomini di Pirlo scesi sul rettangolo di gioco senza CR7 e con molti giovani dal primo minuto, come la promessa dell'under 23 Fagioli (appena 20enne), che rappresenta il futuro del centrocampo italiano.

Vanno a segno nel primo tempo Morata (16') e Frabotta (33'), e nel secondo tempo chiudono la pratica Kulusevski (78') e Chiesa (94'). In semifinale affronteranno l'Inter di Antonio Conte, che dovrà fare a meno di Lukaku ammonito durante l'alterco con Ibra, e poiché diffidato, salterà la gara del 3 marzo.

Cronaca della partita:

Primo Tempo

La prima azione degna di nota è di Frabotta che al 7' con un bel tiro dal limite dell'aria sfiora il palo destro. Al 9' Morata, dopo un' azione travolgente, impegna Berisha che sventa il pericolo deviando in angolo il tentativo dello spagnolo. Reagisce timidamente la Spal al 10' con Floccari, il cui tentativo esce fuori di pochi centimetri. La Juventus insiste e Rabiot viene atterrato in area al 14' e dopo il consulto al Var, l'arbitro Pezzuto assegna il rigore che Alvaro Morata segna al 16' con tiro rasoterra che termina sulla destra del portiere avversario.

 Il tempo scorre all'insegna del dominio juventino ed al 24' Kulusevski (in area) aggancia un ottimo assist e, a colpo sicuro, indirizza la palla verso la porta, ma Berisha è super e sventa il pericolo. Morata al 31' sfiora il raddoppio, quando il difensore estense intercetta in extremis la traiettoria evitando il peggio. Il 2-0 arriva al 33' con la conclusione di Frabotta, che di prima intenzione infila il pur bravo estremo difensore nato in AlbaniaLa Spal reclama il rigore al 44' per atterramento in area di Seck, e come spesso accade in Italia per le piccole, il Var non viene consultato. Termina cosi dopo 3' di recupero la prima frazione di gioco.

Secondo Tempo

Entrano Di Pardo per Bernardeschi, e Sala e Tomovic per Ranieri e Vicari per gli ospiti. Sale subito in cattedra Dejan Kulusevski che al 51' e al 53' si vede negare il gol personale da 2 interventi strepitosi di Berisha. Anche Frabotta al 57'  e al 64' trova sulla sua strada il portiere estense, quasi insuperabile nei secondi 45 minuti di gioco. Marino cerca di correre ai ripari (senza successo) inserendo Moro e Valoti per Floccari ed Esposito, anche per arginare il continuo fraseggio dei giocatori di Pirlo

Il tecnico bianconero risponde con Chiesa per Morata, e Alex Sandro per Frabotta. Tra azioni imbastite e sfumate si arriva così al 72', quando Valoti cerca di impensierire Buffon, ma il suo tiro è troppo lento. Sfiora il tris Rabiot al 76' dalla distanza, il cui tentativo esce di poco sulla sinistra della porta. Questo è solo il preludio del gol che arriva 2' dopo, grazie al tiro a pelo d'erba del sempre attento e dinamico Kulusevski, che ben assistito dal nuovo entrato Chiesa, mette la propria firma sulla partita. 

Successivamente, tra ammonizioni e sostituzioni varie per entrambe le squadre negli ultimi minuti (entrano Da Graca per Demiral, Viviani per Missiroli ed infine Mckennie per il mediano Fagioli), si arriva al 93' con Valoti che manca di poco il 3-1, per poi terminare la gara al 94' quando lo scatenato Chiesa mette a segno il 4-0, ed un minuto dopo l'arbitro manda tutti sotto la doccia.

Formazioni:

Juve (4-4-2): Buffon, Dragusin, Demiral (Da Graca 83'), De Ligt, Frabotta (A.Sandro 67'), Bernardeschi (Di Pardo 46'), Fagioli (McKennie 87'), Rabiot, Ramsey, Kulusevski, Morata (Chiesa 67'). All. Pirlo

Spal (3-4-2-1): Berisha, Okoli, Vicari (Tomovic 46'), Ranieri (Sala 46'), Dickmann, Esposito (Valoti 66'), Missiroli (Viviani 86'), Sernicola, Brignola, Seck, Floccari (Moro 66'). All. Marino

Ammoniti: Chiesa e Rabiot (J), Sernicola (S).

Marcatori: 16' rigore Morata, 33' Frabotta, 78' Kulusevski, 94' Chiesa.

Possesso palla: 52% Juve, 48% Spal

Tiri: 20 a 7 per la Juve

Corner: 6 a 2 per la Juve

Arbitro: Pezzuto 

Juventus v UC Sampdoria - Serie A
Fonte: l'autore Fabio Faiola

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.