Udinese-Inter, una partita a senso unico nel poker nerazzurro

Una grande Inter domina a Udine e conquista tre punti fondamentali. Per l’Udinese una prestazione opaca ed incolore

di Francesca Landini
Francesca Landini
(162 articoli pubblicati)
Udinese Calcio v FC Internazionale - Ser

Domenica 6 maggio, ore 12:30. Allo stadio Friuli il clima è quello delle grandi occasioni. La squadra di casa è alla disperata ricerca di punti per la salvezza. L’Inter non può più permettersi passi falsi se vuole agguantare un piazzamento per la prossima Champions League. A mezzogiorno e mezzo, l’arbitro fischia l’avvio del match. La temperatura è calda e l’entusiasmo alle stelle. I nerazzurri partono bene, giocano in velocità e con la grinta giusta per creare pericoli alla squadra di Tudor. L’Udinese sbanda tanto. Troppo. I bianconeri sono in difficoltà, in estrema difficoltà. Fin dai primi minuti si mostrano distratti ed in balia della squadra di Spalletti. Una compagine che non si è arresa dopo la sconfitta interna contro la Juventus: i nerazzurri, infatti, lottano e dimostrano di credere (giustamente) nel quarto posto. La partita è un crescendo interista sia in termini di emozioni sia in termini di pericoli creati.

I ragazzi di Spalletti passano in vantaggio con Ranocchia, titolare in seguito all’infortunio di Miranda. Andrea, come sempre in questa stagione, gioca bene e merita i complimenti di tutto il tifo nerazzurro per professionalità e dedizione alla causa.

L’Inter controlla il gioco per tutta la prima frazione e, negli ultimi minuti del primo tempo, chiude la partita con i gol di Rafinha e Icardi che, in classifica marcatori, si avvicina al capocannoniere Immobile. Le squadre vanno a riposo sul provvisorio 0 a 3. Gli uomini interisti giocano un grandissimo primo tempo!

Nella ripresa, la sinfonia non cambia. I nerazzurri continuano a dettar legge, favoriti anche dall’espulsione diretta di Fofana per fallo su Perisic. Tra un cambio e l’altro, il match scorre velocemente. Borja Valero fissa il risultato sullo 0 a 4. Il pubblico nerazzurro esulta. Comunque vada a finire il campionato, l’Inter merita un grande applauso. Proprio così, un applauso da parte di tutti noi tifosi: la squadra ha sempre dato il massimo e l’impegno non è mai mancato. Un passo avanti notevole rispetto alla scorsa stagione, ricca di incertezze e di prestazioni non degne. L’arbitro fischia la fine della partita. Il pubblico di casa non può certo essere soddisfatto del gioco espresso dall’Udinese. Una domanda sorge spontanea a chiunque abbia assistito alla gara sia dallo stadio sia dal televisore di casa: ne valeva la pena esonerare Oddo, a quattro giornate dal termine del campionato?

Tra i fischi friulani e gli applausi interisti le squadre tornano negli spogliatoi con umori opposti ma con la stessa voglia di farcela. Di continuare a lottare, a sperare ed a sognare!

Fonte: l'autore Francesca Landini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.