Inter-Juventus, una partita da sempre molto speciale

Milano e Torino, due città, due squadre eternamente “nemiche”, due compagini alla disperata ricerca di punti

di Francesca Landini
Francesca Landini
(162 articoli pubblicati)
Juventus e Inter

La Milano nerazzurra e la Torino bianconera. Due fazioni e due modi diversi di intendere il calcio. Inter e Juventus si sfideranno sabato sera a San Siro, in un match che di banale non ha mai nulla. Una rivalità che si protrae da anni e che, per forza di cose, è aumentata esponenzialmente in seguito agli incresciosi fatti risalenti a Calciopoli. Una pagina brutta, bruttissima del mondo del pallone nostrano in cui non intendo addentrarmi. Inter e Juve hanno sempre rappresentato l’élite del calcio italiano con i loro campioni da far invidia a tutta Italia e non solo. Nelle ultime stagioni, i bianconeri non hanno avuto rivali all’altezza ed i nerazzurri (spesso e volentieri) sono naufragati lontani anni luce dagli eterni rivali. 

Due ruolini di marcia completamente opposti ed assolutamente imparagonabili. La Juve domina, in Italia ma anche in Europa, da sei stagioni a questa parte. Solo nell’ultimo periodo sta vivendo una lieve flessione in termini di risultati e di prestazioni. L’ultima sconfitta di domenica contro il Napoli non è che l’emblema del periodo non certo roseo dei bianconeri. Una squadra che mantiene un livello di competitività altissimo per anni, può concedersi alcune piccole sbavature, tra l’altro assolutamente rimediabili e non decisive. L’Inter dopo la conquista dello storico Triplete, ha vissuto grandi cambiamenti sia societari sia tecnici senza però riuscire a raggiungere dei risultati soddisfacenti. 

La partita di domani sera, come tutte le sfide tra Inter e Juventus, avrà un fascino diverso, d’altri tempi. Una gara in cui il risultato è l’unico aspetto che conta veramente. I tifosi invocano a gran voce la conquista dei tre punti, in questo caso fondamentali per entrambe le squadre, per poter continuare a perseguire i propri obiettivi. Inter-Juve è la partita con la P maiuscola, una gara imprevedibile ed emozionante, così come emozionante sarà il clima di San Siro. Uno stadio tutto esaurito, ovvero la cornice perfetta per vivere intensamente il grande spettacolo in campo.

Sarà importante tifare per la propria squadra senza fare calcoli, senza cadere in facili tranelli che potrebbero far prevalere il tifo contro rispetto al tifo a favore.

Inter-Juventus, per la Champions, per lo scudetto, per l’onore e per la storia. La storia di due squadre mai amiche, pronte a sfidarsi sul manto erboso e sugli spalti, dove gli sfottò e le prese in giro non mancheranno di certo. Anzi, rappresenteranno quel pizzico di motivazione in più, fondamentale per due compagini condannate a vincere. Ancora poche ore ed il match più caldo della stagione avrà inizio. Il tempo di un battito di cuore e via verso una nuova emozionante serata di calcio. Di calcio che conta.

Fonte: l'autore Francesca Landini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.