Brozovic, non vale quei soldi che chiede

L'Inter a breve incontrerà il croato per discutere il rinnovo, forse sarebbe il caso di venderlo

di Andrea Cataldo
Andrea Cataldo
(10 articoli pubblicati)

Milano - Novembre mese di rinnovi di contratto in casa Inter. Dopo aver prolungato il rapporto con Lautaro Martinez, il club nerazzurro sta per definire anche i dettagli del nuovo accordo con Barella. Poi verrà il momento di incontrare Marcelo Brozovic, il contratto del croato scade a giugno 2022, e dunque bisogna decidere cosa fare del centrocampista che è sbarcato a Milano nel 2015 e che è ormai diventato perno della squadra. 

Epic Brozo è un centrocampista di corsa, intelligente e  duttile. Può essere impiegato da play basso, da mediano, da mezzala e ha doti di grande passatore e tiratore, oltre ad un'innata attitudine al sacrificio e alla corsa. A 29 anni però il ragazzo di Zagabria non ha ancora eseguito e probabilmente non lo eseguirà mai, il vero salto di qualità. Il Nazionale croato infatti per il campionato di Serie A è un vero lusso, ma in campo internazionale l'ex Dinamo Zagabria non ha mai brillato. Anzi, nelle partite che contano, quelle per intenderci contro avversari di rango superiore il ragazzo tende a nascondersi, o quantomeno a non svettare. Questo è il suo difetto più grande. Per carità il valore del giocatore non si discute, ma come in tutte le professioni, si deve distinguere tra i fenomeni e i talentuosi. Brozovic è un calciatore di talento, importante se si vuole ambire a vincere i Campionati ma limitante se invece si vuole pensare a qualcosa di più importante. 

L'Inter in questo senso dovrà riflettere. Quando Marotta incontrerà il giocatore e il suo staff, bisognerà mettere sul tavolo della discussione ogni aspetto: l'eta del calciatore e soprattutto le qualità che ha messo in evidenza in questi anni di interismo. Pregi e difetti di un centrocampista che pare avere richieste da club esteri e che ad un passo dai 30 anni, potrebbe anche essere lasciato partire e magari fare cassa. Il rinnovo, per evitare di lasciarlo andare a zero, va fatto ma a cifre più basse di quelle richieste dal giocatore e dal suo entourage.

Fonte: l'autore Andrea Cataldo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.