Bologna, pagelle e bilanci di fine stagione in casa rossoblù

Una stagione negativa che getta ombre sul futuro Rossoblu

di Francesco Riva
Francesco Riva
(17 articoli pubblicati)
Bologna FC v AC Chievo Verona - Serie A

Ennesima sconfitta maturata ieri pomeriggio in quel della Dacia Arena di Udine, la ventiduesima stagionale e la ventunesima in campionato. Una debacle che sancisce l'amaro record negativo di sconfitte nella massima serie del calcio italiano: mai il Bologna ne aveva totalizzate tante nella sua più che centenaria storia. 
La Serie A 2017-2018 si chiude con un mero quindicesimo posto, maturato proprio a seguito del risultato di ieri a coronare una stagione che - soprattutto nella sua seconda parte - è decisamente da dimenticare.

Si chiude nel peggiore dei modi il ciclo avviato ormai tre stagioni da Roberto Donadoni, una parabola, quella della sua gestione, nettamente discendente, oserei dire a picco. Seppur il tecnico bergamasco abbia sempre potuto lavorare con piena fiducia e tranquillità, non è stato in grado di trasmettere concetti vincenti ai suoi ragazzi. I dati sono eloquenti: un calo di punti lento ma costante (rispettivamente 42,41 e 39) e una non-crescita/involuzione della maggior parte della rosa. 

La distanza del Presidente Joey Saputo non aiuta. Alla luce dei risultati profusi dal Bologna: stagione anonima e senza acuti, retrocessione della squadra Primavera e record negativi a iosa, si auspica un cambio di rotta significativo, in grado di ridestare le sorti di un progetto che pare sempre più arenarsi. 

Più di un'ombra aleggia sul futuro dei felsinei, la speranza tifosa è quella di ritornare a sognare ed emozionarsi, due parole - queste - che raramente hanno fatto capolino sul capoluogo Emiliano ultimamente. 

Le pagelle di Francesco Riva:

MIRANTE 5,5: salvo un paio di ottime prestazioni, le sue indecisioni sono nocive ad un reparto difensivo già di per sé insicuro. 

DA COSTA 6;  Santurro s.v. 

HELANDER 6: soprattutto nella prima parte di stagione si carica sulle spalle il reparto difensivo, gioca semplice, ma fa bene. Crolla nella seconda parte di stagione, ciononostante si attesta come il migliore del reparto difensivo. 

DE MAIO ; GONZALEZ 5: i due centrali, giunti a Bologna in estate con l'obiettivo di rinforzare il reparto non hanno saputo dare la compattezza desiderata. Incostanti. 

ROMAGNOLI 6: arriva a gennaio in un contesto decadente, ma si dimostra quanto meno all'altezza dei compagni di reparto.

KRAFT, TOROSIDIS, MASINA 5: I primi due, poco impiegati; l'altro fin troppo. In ogni caso annate parecchio negative. Keita s.v. 

MBAYE 6: salvo i canonici autogol, il terzino senegalese ha dimostrato crescita rispetto alla scorsa stagione. Continua così. 

POLI 6: non sarà un fenomeno, ma è il genere di giocatore che serve al Bologna: grinta, contenimento, applicazione tattica ed esperienza. 

DZEMAILI 5.5: ritornato a Bologna con la palese intenzione di non perdere condizione per il mondiale, non riesce ad incidere come in passato, salvo un inizio promettente. 

PULGAR 7: una delle poche scommesse vinte da Donadoni. Il cileno ha dimostrato qualità e quantità in un ruolo, quello del mediano, sempre più padroneggiato. 

DONSAH, NAGY 5.5: il primo impiegato a singhiozzo, con alcune ottime prestazioni e altre invece scolorite; l'ungherese, sempre più ai margini, non sboccia e non incide. 

CRISETIG 5: molto, troppo scolastico. Impiegato col contagocce, complice l'esplosione di Pulgar. 

KREJCI e ORSOLINI s.v. : entrambi, per motivi diversi, oggetti misteriosi. 

DI FRANCESCO 5: evanescente e discontinuo. Certo spesso ha dovuto fare praticamente il terzino. 

VERDI 8: il migliore. Emoziona e riscalda una piazza che quest'anno ha avuto poco di che gioire. Senza i suoi gol e le sue giocate i problemi sarebbero stati ancor più grandi. 

Destro 4.5: si è scordato come si fa gol, certo i pochi palloni giunti e il rapporto malandato con Donadoni non hanno aiutato. 

PALACIO 6: nonostante l'età, da il suo contributo e figura tra i migliori. 

AVENATTI e FALETTI 4: voto da dividere con chi li ha acquistati. Palesemente non da Serie A. 

DONADONI 5: salvezza ok, il resto da dimenticare. 

Fonte: l'autore Francesco Riva

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.