Il caso Gomez: la triste fine di un grande amore?

La storia d'amore tra il Papu Gomez e l'Atalanta è giunta al capolinea. Dopo quasi 6 stagioni il centrocampista argentino è pronto all'addio tra le polemiche.

di Elia Savi
Elia Savi
(6 articoli pubblicati)
Atalanta BC v US Lecce - Serie A

Le grandi, lunghe ed intense storie d'amore hanno scritto pagine di storia importante, sia antica che moderna. Dai famosi Renzo e Lucia, passando per i tragici Romeo e Giulietta, finendo coi più moderni Jack e Rose. Ognuna di queste belle ed impossibili relazioni ha fatto sognare ed emozionare miliardi di lettori e spettatori, nel corso degli anni; lasciando però un retrogusto amaro al momento straziante dell'addio.

La storia d'amore della quale parliamo oggi ha tutt'altra origine e significato, ma sancisce davvero una triste fine di un capitolo di storia bellissimo. 

Tutto inizia nella lontana estate del 2014 quando Alejandro Dario Gomez, professione calciatore, ritorna in Italia e firma il suo contratto con l'Atalanta. Nella sua precedente esperienza italiana, il "Papu" (questo è il suo soprannome), fece vedere ottime cose con la maglia del Catania contribuendo a mantenere per ben due volte la massima categoria. Dopo una breve e triste esperienza in Ucraina, rovinata dall'allora pericolosa situazione politica, l'occasione giusta sembra essere Bergamo, città che deve tornare grande dopo anni bui conditi da retrocessioni e scandali di calcioscommesse. 

Una piazza ferita con la fame di successo può essere l'ideale per un giovane talento che vuole dimostrare il suo valore. Ed infatti insieme creano un legame bello e al di là di ogni più rosea aspettativa. Dopo 2 anni di transizione e anonimato, nella stagione 2016/2017 il Papu Gomez e l'Atalanta fanno la storia, insieme, per la prima volta: il centrocampista segna 16 reti in campionato (suo record assoluto personale) e contribuisce in maniera del tutto imprevista alla qualificazione in Europa League per la prima volta nella sua storia.

Dopo altri due anni di conferme in campionato e in Europa, con altre due qualificazioni in Europa League, l'Atalanta nella stagione 2018/2019 raggiunge l'obiettivo più grande di sempre: si qualifica, ed ecco un'altra prima volta, ai gironi di Champions League, portando altissimo il nome di Bergamo e della città indossando la fascia da capitano e diventandone così l'emblema e il massimo rappresentante. 

La città lo ama, il Papu non nasconde mai il suo incondizionato amore per Bergamo e per i suoi tifosi, tant'è che lui stesso si definì come "bergamasco d'adozione". La scorsa stagione, l'ennesima impresa: seconda qualificazione consecutiva alla Champions e cammino europeo interrotto in maniera rocambolesca all'ultimo minuto dei quarti di finale contro la corazzata PSG. Le lacrime di quella sera resteranno per sempre nella mente e nel cuore di milioni di tifosi atalantini.

Purtroppo, a volte la storia riserva dei finali che non vorremo mai vedere. E così, dopo anni di amore e di imprese storiche, il rapporto tra Gomez e l'Atalanta si interrompe, bruscamente. Di colpo, come un fulmine a ciel sereno che si abbatte su un tranquillo villaggio sperduto. E così, in un attimo, il Papu si ritrova da indispensabile a sostituibile, da condottiero a ultimo dei gerarchi. Le motivazioni? Troppo difficile capirle e prevederle basandosi solo su dicerie e dichiarazioni fatte più per obbligo che per volontà. Qualunque sia stato il motivo, le 6 stagioni di Gomez all'Atalanta non verranno dimenticate tanto facilmente

Gomez - Atalanta, è rottura!

E' vero, anche il più forte e potente degli amori può finire, così, improvvisamente. Ma si sa, a volte l'amore sa essere imprevedibile, talvolta in grado di rendere le persone coinvolte incapaci ad odiarsi. E per l'Atalanta e Gomez è proprio così: un amore scritto nelle stelle, le cui imprese fatte insieme verranno sempre ricordate con fierezza e orgoglio, consci del fatto che come dice una famosa canzone "certi amori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano...." 

La fonte dell'articolo è l'autore Elia Savi

DI' LA TUA

2
2 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. GiovanniBianconero - 4 mesi

    Peccato, davvero un triste epilogo

  2. Scaglia.D - 4 mesi

    L’Atalanta sta perdendo un grande giocatore. E se lo sta facendo ci sono sicuramente delle motivazioni importanti. Spero solo che resti in Italia.

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.