Attaccanti e buoi dei paesi tuoi: Piccoli regala i 3 punti alla Dea

Era dai tempi di Oliviero -gol sincero-Garlini che l'Atalanta non aveva un bomber nostrano, speriamo il ragazzo di Ponteranica rimanga a Zingonia con Gasperini

di Luca Sala
Luca Sala
(279 articoli pubblicati)

Va bene l'attaccante con gli zoccoli olandesi Lammers da subentrato , magari ne arriveranno altri ad insidiare il tandem colombiano Zapata-Muriel,  io di sicuro punterei  su Roberto Piccoli ,il colosso cresciuto ai piedi della Maresana, il monte sacro ai tifosi della Dea che  ne domina lo stadio comunale.

Cresciuto nel settore giovanile di Zingonia il ventenne fromboliere dell'area di rigore ha gia' ottenuto  prestigiose vittorie con la premiata Primavera di mister Brambilla,  2 Campionati , Supercoppa e l'anno scorso risultera' il miglior marcatore della Youth League con 8 reti.

Peccato sul piu' bello  cominci   quella stucchevole tarantella che lo  accomuna ai molti promettenti  compagni ,specie italiani , che l'Atalanta preferisce spedire altrove  a farsi le ossa , nel suo caso allo Spezia neo promosso   in Serie A sotto la sapiente guida di Vincenzo Italiano, uno dei migliori allenatori della sua generazione che di sicuro gli ha giovato, menomale direi, pensiamo se gli fosse toccato Gattuso o un  Brocchi qualsiasi...

Pur non giocando stabilmente da titolare giudicherei comunque buono l'impatto del bergamasco che dara' comunque il suo contributo con 6 gol utili alla permanenza nella massima categoria degli spezzini che lo avrebbero voluto confermare ,ma qui comincia un'altra storia.

Gian Piero Gasperini sembra  essersi finalmente convinto a trattenerlo nel gruppo dei " grandi " e lo fa espressamente capire, sebbene non possa garantirgli a priori un minimo di presenze, questo almeno fino alla vigilia della prima di campionato a Torino.

Ebbene, nel corso della partita abbiamo assistito ad una Dea double face capace dell'avvio sontuoso come d'abitudine passando subito in vantaggio  controllando agevolmente  la prima parte di gara. Nella ripresa invece l'atteggiamento corale orobico dira' tutt'altro, ritmi blandi e poca voglia di rischiare motivavano i granata che inserivano nel finale Andrea Belotti,il centravanti  mancato dei Percassi per sostiture  Zapata che sembrerebbe preferire il nerazzurro di Milano a quello del Colleoni.

Il Gallo risultava al solito determinante per le povere sorti dei torinisti e propiziava il sacrosanto pareggio spingendo il cuore oltre l'ostacolo facendo presagire addirittura il clamoroso ribaltone.

Ma qui capitava l'imponderabile epilogo , col subentrato Piccoli che al minuto 93 con guizzo degno del compianto der Bomber Gerd Muller bruciava i difensori di Juric infilando  sottorete di sinistro nell'angolino  tuffandosi poi sopra la recinzione verso gli accorrenti supporters neroblu impazziti come lui di insperata felicita'.

Fonte: l'autore Luca Sala

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.