Atalanta-Milan: le top 5 vittorie nerazzurre rimaste nella storia

A sei giorni dalla grande sfida tra Atalanta e Milan, ecco una top 5 delle vittorie atalantine rimaste nella storia della società nerazzurra.

di Filippo davide Di santo
Filippo davide Di santo
(119 articoli pubblicati)
Top 5 Atalanta-Milan

Mancano ancora pochi giorni prima dell'attesissima sfida tra Atalanta e Milan. Partita che per la seconda volta consecutiva potrebbe regalare l'Europa ai bergamaschi. Ovviamente ci si fa affidamento a statistiche, numeri e pronostici, ma di più ci si fa affidamento sui precedenti, ma tutto può succedere. Precedenti che, attraverso i numeri, dicono:  26 vittorie per il Milan, 21 pareggi e con solamente 13 successi per l'Atalanta. Precedenti che vanno a favore dei rossoneri, anche se l'ultima vittoria risale alla stagione 2014/2015, mentre per quanto riguarda i nerazzurri la vittoria in casa contro i milanesi manca da due anni. Ma quali sono state le storiche vittorie che sono entrate nel cuore dei tifosi bergamaschi? Riavvolgiamo il nastro e facciamo un tuffo nel passato a rispolverare una Top 5 di Atalanta-Milan.

1- 2013-2014,LA PALLA CHE ASPETTI ARRIVA ALL'ULTIMO MINUTO: Decide tutto Franco Brienza. Ultima giornata casalinga del campionato, l’Atalanta si congeda dal proprio pubblico dopo aver ottenuto la salvezza. Una sfortunata autorete di Bellini regala il vantaggio agli ospiti, Balotelli colpisce anche un palo, ma dopo l’1-1 di Denis (su calcio di rigore) succede l’incredibile. Contropiede sulla destra, appoggio al centro per Migliaccio che prepara il pallone per l’accorrente Brienza: il sinistro a giro del numero 23 atalantino è perfetto, Amelia non può intervenire e al 96’ il Comunale esplode.

2- 1984-1985, TIRA LA BOMBA, TIRA LA BOMBA: dal titolo molti tifosi avranno capito a chi si riferisce quel "tira la bomba, tira la bomba": ovviamente a Marino Magrin. Centrocampista classe 1959 che con l'Atalanta ha collezionato 192 presenze segnando 40 goal: eclettico dai piedi buoni, ma soprattutto un gran tiro. Alla 27' giornata del campionato 84/85 i nerazzurri affrontano i rossoneri di Liedholm, e vincono grazie ad una punizione magistrale di Magrin che permette all'Atalanta di aggiudicarsi la sua seconda vittoria consecutiva: il campionato vedrà l'Atalanta arrivare al decimo posto con 28 punti.

3- 2006-2007, NICK E SONCIN FANNO SOGNARE LA CHAMPIONS: Splendido pomeriggio di sole, un Milan poco lucido ed un’Atalanta tutta cuore e grinta al Comunale. I nerazzurri vincono per 2-0 grazie ad un super gol di Ventola (assist di Migliaccio su rilancio di Calderoni) e ad un sinistro all’incrocio dei pali di Soncin quasi allo scadere. Nel servizio di Mediaset che proponiamo qui sotto, si parla addirittura di un’Atalanta che sognava la Champions League al quarto posto in classifica: contro il Milan di Pirlo, Kakà, Seedorf, Inzaghi e Gilardino, un 2-0 netto che fece volare tutta Bergamo.

4- 2007-2008, DIAVOLO BATTUTO A PORTE CHIUSE:Langella e Tissone nel deserto. Con lo stadio vuoto e il presidente Ivan Ruggeri in lotta per restare in vita dopo l’aneurisma di pochi giorni prima, i nerazzurri di mister Del Neri scendono in campo contro il Milan di Kakà. Mentre alcuni gruppi di tifosi si erano dati appuntamento fuori dallo stadio, la squadra faticava contro i rossoneri passati in vantaggio con Gattuso. Prima del riposo, però, Langella ha rimesso in equilibrio il risultato e Tissone, a metà della ripresa su assist di Simone Inzaghi, ha regalato il 2-1 finale, chiudendo un brutto periodo fatto di un solo pareggio in cinque gare.

5- 1999-2000 REMONTADA STORICA IN COPPA ITALIA: A Bergamo arrivano i Campioni d’Italia del Milan. La serata è fredda e gli ospiti vanno addirittura sul 2-0 grazie ai gol di Shevchenko e Leonardo. Al 22’ del secondo tempo il risultato sembra già segnato, ma chi abbandonò prima l’impianto di viale Giulio Cesare si perse uno dei finali di gara più emozionanti mai visti negli ultimi 30 anni di calcio a Bergamo. Caccia, dopo una bella combinazione con Zauri, e due volte Marco Nappi nel giro di una manciata di minuti regalarono un 3-2 tanto incredibile quanto emozionante. Una partita che, ancora oggi, chi c’era racconta con grande trasporto.

Fonte: l'autore Filippo davide Di santo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.