18 gennaio 2009: quando l’Atalanta dominò l’Inter di Mourinho per 3-1

A distanza di nove anni, rimane una di quelle partite ricordate dai tifosi atalantini. Partita che ha fatto entrare nella storia la "Dea" formato Gigi Delneri

di Filippo davide Di santo
Filippo davide Di santo
(119 articoli pubblicati)
Atalanta Inter 3-1

Tra le innumerevoli vittorie che ogni tifoso può ricordare, ci sono quelle che vengono ricordate sia per il modo e sia per l'avversario di grande livello che si è battuto. Quando si parla di Atalanta-Inter, viene subito in mente una vittoria datata il 18 gennaio 2009. Una vittoria per 3-1 contro quell'Inter che un anno dopo vincerà il triplete. Vittoria che catapulta i tifosi nerazzurri ai tempi di Gigi Delneri, del 4-4-2, e della famosa coppia Floccari-Doni. Coppia che proprio in questa partita fu decisiva per la vittoria dei nerazzurri bergamaschi.

LA SORPRESA CONTRO LA GRANDE

DOMINA IL NERAZZURRO: QUELLO BERGAMASCO. Siamo nella stagione 2008/2009, e l'Atalanta, allora guidata da Luigi Del Neri, affronta l'Inter per la diciannovesima giornata di campionato: nerazzurri milanesi guidati da Mourinho lanciati verso il quarto scudetto consecutivo. Delneri recupera Manfredini e schiera Valdes dall'inizio. Mourinho perde Samuel (febbre) all'ultimo momento e chiama in causa Burdisso in difesa, mentre ha scelto Crespo come spalla di Ibrahimovic. Le scelte del tecnico dell'Inter fanno discutere perché quella di Chivu a centrocampo non sembra una grande intuizione. Nel primo tempo non c'è partita: dopo due tiri di Doni (bel palleggio e tiro fuori al 9') e Floccari (di poco fuori al 10'), la squadra di Del Neri, messa in campo in maniera impeccabile e superiore a centrocampo, passa in vantaggio. Su una punizione di Manfredini dalla trequarti, Doni da destra di testa mette in mezzo e Floccari controlla nei pressi del dischetto, si gira e di sinistra infila J.Cesar sulla sinistra. L'Inter non fa una piega: continua a subire la splendida Atalanta che, dopo un siluro di Valdes di poco a lato, al 28' raddoppia con una punizione di Doni deviata in barriera da Ibrahimovic (di mano) alla sinistra di Julio Cesar. Il tentativo di cambiare di Mourinho con Obinna è seguito dal terzo gol: traversone da sinistra di Valdes e colpo di testa vincente di Doni, lasciato solo dall'ex difesa più forte del campionato. L'Inter dopo il primo tempo non può accampare scuse, se non quella del forfait di Samuel.

Nel secondo tempo i bergamaschi sono superiori su tutta la linea, e ne approfitta: Valdes, Doni, Floccari irresistibili. Mourinho cambia altre pedine nella ripresa, facendo entrare Figo al posto di Maxwell. Adriano (in sostituzione di Crespo) si dà da fare con una bella rovesciata, tira, fa assist, ma l'Atalanta ribatte colpo su colpo, sfiorando il bersaglio con Guarente e De Ascentis che colpisce un palo su respinta di Julio Cesar. Ci provano Ibrahimovic, Adriano, Obinna, ma senza forza o precisione, poi al 48' su calcio d'angolo, Adriano di testa serve lo svedese, solo vicino il palo di sinistra. Il suo facile tocco in rete rende forse meno amara la pillola per la squadra di Mourinho.  

La partita finisce per 3-1, e l'Atalanta sale a quota 27 punti in classifica stando a metà classifica e non lontani dalla zona Europa: i nerazzurri finiranno a quota 47 punti in classifica. A distanza di nove anni sono cambiate tante cose in casa Atalanta, ma la voglia di ripetere la goleada di quel 18 gennaio 2009 c'è ancora, sia per la rincorsa all'Europa League sia per rifare la storia.

Esultanza Doni
Fonte: l'autore Filippo davide Di santo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.