La mia Top11 della Serie A 20/21. (Parte 1 – La difesa)

Si è conclusa un'altra stagione di Serie A. Come ogni anno è tempo di dare valore ai giocatori che maggiormente si sono distinti nell'arco di questo campionato.

di Biagio Grillo
Biagio Grillo
(45 articoli pubblicati)

Donnarumma - Tra i pali, scelta obbligata: si tratta di Gigio Donnarumma. Ormai l'ex portiere del Milan si è confermato anche quest'anno come uno dei portieri migliori al mondo e in prospettiva come il migliore in assoluto. Tanti gli interventi che hanno permesso al Milan di tornare in Champions. La parata più difficile? Quella su Mertens in Napoli-Milan. L'estremo difensore della nazionale entra con pieno merito in questa Top, senza discussione.

 

Hakimi - Da destra a sinistra, si compone la difesa. Nel ruolo di terzino destro, a vincere il ballottaggio con Cuadrado, c'è Achraf Hakimi.

Il marocchino ex Dortmund è stato l'uomo in più di Conte nella cavalcata verso lo scudetto. Tanta corsa unità ad altrettanta qualità, ha permesso all'Inter di ottenere un quantità spropositata di punti e di occasioni da goal. Dalla sua capacità di macinare chilometri e spaccare in due la partita, escono fuori i numeri: 7 goal e 8 assist, alla sua prima stagione in Italia. Che dire, fenomeno!

 

Skriniar - primo dei due centrali, anche lui come Hakimi campione d'Italia: è Milan Skriniar. Dimenticatevi lo Skriniar impacciato dello scorso anno, che aveva difficoltà ad adattarsi alla difesa a tre. Quest'anno è sembrato un altro giocatore. Per rendimento e costanza nettamente il migliore tra i centrali difensivi nerazzurri, e in più ci ha messo anche 3 goal, contro Roma, Verona e Atalanta, che hanno portato in Via della Liberazione la bellezza di 5 punti, mica male! 

De Ligt - L'altro centrale gioca nella Juventus: è Matthijs De Ligt. Una delle poche note positive della Juve di quest'anno, in una stagione veramente opaca per quanto riguarda il campionato. L'olandese classe '99 è stato la solita sicurezza lì dietro, conducendo una stagione con quasi nessuna sbavatura e provando a limitare più che poteva gli attacchi avversari. Se la Juve a fine campionato è la seconda difesa meno battuta del torneo, gran parte del merito è suo. 

Gosens - Nel ruolo di terzino sinistro vigeva un duello rusticano: Gosens o Theo Hérnandez. Alla fine, a prevalere, è il tedesco.

Si perché l'esterno dell'Atalanta anche in questa stagione ha fatto dubitare a tutti di essere un essere umano. Basterebbero solo i numeri a descrivere la sua potenza: 11 goal e 6 assist, ad un solo goal dal record di Materazzi come difensore goleador in una stagione di A, messo a segno dal campione del mondo quando vestiva la maglia del Perugia. Non c'è niente da fare, davanti a Robin Gosens, noi non sappiamo resistere.

Difesa: Donnarumma, Hakimi, Skriniar, De Ligt, Gosens.

Fonte: l'autore Biagio Grillo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.