Roma, sei nella storia: 3-0 al Barcellona e semifinale di Champions

Da quando non si chiama più "Coppa dei campioni", i giallorossi non hanno mai tagliato il traguardo della semifinale (il risultato top la finale del 1983-84).

di Giulio Zampini
Giulio Zampini
(37 articoli pubblicati)
L'esultanza di Florenzi (dietro) e De Rossi (davanti)

Non succede, ma se succede… è successo. La Roma vince, convince ed esalta l’Italia data per decaduta, a livello calcistico, fino a poco prima del match. “Grazie Roma” riecheggia allo Stadio Olimpico. Grazie Roma è il messaggio principiale che arriva tramite social da tutti i tifosi, aldilà delle bandiere (se non quella italiana).

CHE SPIRITO! La Roma l’animo guerriero ce l’ha sempre avuto più nella storia che nel sangue. Non ieri sera. I gladiatori, ovvero i primitivi lottatori dell’antica Roma, ieri all’Olimpico avevano le sembianze di Florenzi e De Rossi, Fazio e Dzeko: 11 guerrieri che hanno sin da subito messo alle strette la formazione di Valverde.

MAN OF THE MATCH Difficile esaltare il singolo, molto ancora più complicato trovare un’insufficienza in casa giallorossa. Il titolo di migliore, forse, va attribuito a Edin Dzeko. L’attaccante bosniaco, che già all’andata aveva messo la firma nel tabellino marcatori, si è ripetuto ieri sera indirizzando la gara già dall’inizio: è suo il goal dell’1-0 che arriva al 6° minuto su uno splendido assist di De Rossi. Soffermarsi sul goal sarebbe un errore colossale: Edin là davanti, così come i suoi compagni, ha fatto a sportellate con chiunque, vincendo quasi tutti gli scontri fisici con il difensore di turno (Umtiti e Pique, imbarazzanti in marcatura).

BARCELLONA ASSENTE Spagnoli messi in bambola. Due i tiri da parte della Pulce sui 9 totali dei blaugrana; 386 i passaggi giusti sui 495 totali (il 78%). Numeri totalmente opposti rispetto all’andata, dove i padroni di casa effettuarono 19 tiri (tra cui 9 nello specchio) e completarono 580 passaggi su 650 (l’89%).

PARLANO I DUE TECNICI Eusebio Di Francesco, allenatore giallorosso, si esprime così in conferenza stampa, parlando inizialmente di tattica: <<Ho scelto di scendere in campo con il 3-4-3 perché avevo dei calciatori adatti per giocare in questo modo. Io sono un pazzo, perché un allenatore che fa una cosa del genere in una partita del genere è solo a suo rischio e pericolo, mi avreste ammazzato voi giornalisti>> - E poi conclude con i complimenti verso i suoi giocatori - <<Devo dire grazie ai miei ragazzi per questa grande soddisfazione perché hanno veramente lavorato con serietà>>.

Dall’altra parte emerge dalla conferenza stampa dell’allenatore blaugrana Valverde rammarico e tristezza per come si sono messe le cose: <<Una sconfitta del genere fa davvero male: a noi come ai nostri tifosi, senza alcun dubbio. Oggi siamo stati eliminati in un modo davvero inatteso>> - che però prova a sviare, cercando di risollevare l’ambiente catalano - <<Adesso ci attendono giorni molto duri, dobbiamo concentrarci nelle due competizioni che ci rimangono e provare a vincere perché finora non abbiamo ancora portato a casa nessun titolo>>.

RINASCITA? Strano il calcio. All’andata Manolas e De Rossi erano finiti involontariamente nella morsa mediatica dei peggiori in campo, date le due deviazioni che hanno portato il vantaggio blaugrana sul 2-0. Si sono rifatti ieri sera: il centrocampista ha siglato il 2-0 dal dischetto, mentre il difensore ha chiuso i conti con una bellissima spizzata di testa da calcio d’angolo come un attaccante vero.

<<La Spagna, per le nostre squadre, si conferma ancora un pianeta lontano>> citava la scorsa settimana la Gazzetta dello Sport, e ancora <<La resa di quello che fu una volta il calcio migliore: il calcio italiano>>.

Occhio a passare da un estremo all’altro: se fino ad una settimana fa il calcio italiano era dichiarato morto, con la strepitosa rimonta di ieri sera della Roma non è sicuramente rinato, ma abbiamo avuto l’occasione per dare una lezione agli spagnoli

Mai organizzare il funerale a chi non è ancora morto”.

L'esultanza dei tifosii giallorossi: è semifinale!
Fonte: l'autore Giulio Zampini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.