Napoli – Lazio gol e spettacolo al Maradona

Gattuso ringhio Champions, frena la dea, Raspadori fa piccolo il diavolo.

di Gaetano Loffredo
Gaetano Loffredo
(17 articoli pubblicati)

Partita da ritmo Champions, 

 che spettacolo allo stadio Maradona , 7 gol bellissimi, continui capovolgimenti di fronte e soprattutto un ritmo gara degno di una fantastica semifinale di Champions League.  I partenopei  da quando hanno ritrovato Osimhen e Mertens non si fermano più ed inanellano l'ennesima vittoria e rimangono a sole due lunghezze da Juventus e Atalanta. 

All'ombra del Vesuvio continuano a susseguirsi tanti nomi che potrebbero sostituire il tecnico calabrese sulla panchina del Napoli , ma se centra la qualificazione per la competizione Europea più importante è probabile che il patron Aurelio de Laurentiis tenterà di trattenerlo cercando di ricucire lo strappo post -Verona

Beata gioventù:

Giacomo Raspadori, classe 2000 

entra e fa il diavolo in area del Milan, rossoneri che forse avevano erroneamente intuito di aver già i 3 punti in tasca, ed è proprio il ragazzone di Bentivoglio con 2 colpi a regalare la vittoria a De Zerbi , fantastico il secondo gol , stop a seguire, diagonale , palo -rete. Straordinario. Ora Pioli deve guardarsi alle spalle ed avrà nelle prossime giornate : Juve e Atalanta.

Gasp frena:

Dominio assoluto , almeno 3 nitide palle gol sprecate oltre al gol di Malinovskiy,  ma il rosso di Gosens fa venire a galla la Roma che con una fucilata di Cristante pareggia i conti ed a tempo scaduto un super Gollini evita la sconfitta agli orobici che rimangono stabilmente al terzo posto in classifica , ma per quello che esprimono in campo dovevano essere davvero i veri avversari dell'Inter che nonostante il pari a La Spezia va a +10 e per Conte inizia ora il conto alla rovescia per il titolo.  Soffre e non poco la Juve contro un gagliardo, ma ormai virtualmente retrocesso Parma. I bianconeri la spuntano 3-1 contro i ducali , ma continuano a non dare più l'impressione di squadra solida.

Mancano 6 gare, molti saranno gli scontri diretti, 

nel campionato senza i tifosi si è riscoperto un grande equilibrio,

e forse si deciderà tutto negli ultimi 90 minuti, ma soprattutto queste grandi emozioni, dove lo Spezia ferma la corazzata Inter, 

il Sassuolo straccia il Milan non potranno mai esserci in una ricca e noiosa Superleague.

Fonte: l'autore Gaetano Loffredo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.