Un Milan immaginifico stende la Juve. Diavolo: sei da Champions!

Nel posticipo domenicale delle 20:45 il Milan espugna lo Stadium per la prima volta nella sua storia. Veniva infatti da 9 ko su 9. Per la Juve è notte fonda.

di Biagio Grillo
Biagio Grillo
(45 articoli pubblicati)

Una serata da dimenticare per la Juve, e da incorniciare per il Milan. La squadra di Pioli vince meritatamente per 3-0 grazie ai goal di Brahim Diaz nel primo tempo, di Rebic e Tomori nel secondo. Nel mezzo un rigore parato da Szczesny a Kessie, al secondo errore stagionale dal dischetto, dopo quello contro la Fiorentina.

Per il Milan la partita perfetta, i ragazzi di Pioli hanno giocato in maniera concreta e molto attenta in fase difensiva, limitando quasi totalmente gli attacchi e gli attaccanti juventini, con un Ronaldo quasi assente e un Morata mai in partita. E non è un caso che le occasioni più pericolose per Pirlo siano arrivate da parte di un difensore, Chiellini, che di testa non inquadra di poco la porta su un calcio d'angolo nel quale Donnarumma esce a vuoto, e da un centrocampista, Bentancur, che ad inizio ripresa impegna il portiere rossonero con un destro in diagonale. E deve far riflettere il fatto che l'attaccante che è andato più vicino al goal per la Juve è stato Dybala, che è entrato in campo a dieci minuti dalla fine.
Per il Milan forse la vittoria più importante della stagione, considerando il livello dell'avversario e il fatto che in casa della Juve non otteneva i 3 punti da addirittura dieci anni.
La squadra di Pirlo accusa i problemi che ha accusato per tutto l'arco del campionato, una squadra in confusione, in difficoltà a trovare una trama di gioco e una sua identità, con i giocatori chiave che continuano a offrire prestazioni deludenti. 
La classifica a tre giornate dalla fine sorride al Diavolo, che sale al secondo posto a pari punti con l'Atalanta, a quota 72, e stride alla Juve che finisce addirittura fuori dalla zona Champions, a quota 69, a -1 dal Napoli quarto.

Inoltre, dando un'occhiata al calendario, restano ancora da giocare due scontri diretti, che potrebbero rivelarsi decisivi, come Juventus-Inter e Atalanta-Milan.
Insomma, questa corsa Champions dà l'impressione di voler restare aperta fino alla fine, ed è molto probabile che si deciderà tutto all'ultima giornata, che si prospetta davvero thriller.

Fonte: l'autore Biagio Grillo

DI' LA TUA

3
3 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fabio - 4 mesi

    Grande MILAAAAAAAAN !!!

  2. Electta - 4 mesi

    Partita a senso unico. Juve irriconoscibile.

  3. Salvo - 4 mesi

    Non avrei mai pensato di vedere la Juventus così in difficoltà

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.