La fine di un’era – Messi ha dato l’addio al Barcellona

Si chiude uno dei più bei capitoli di storia calcistica di sempre. Lionel Messi non sarà più un giocatore del Barcellona. Il racconto di vent'anni da leggenda.

di Biagio Grillo
Biagio Grillo
(45 articoli pubblicati)

È ufficiale! L'FC Barcellona ha emanato un comunicato dove dichiara di interrompere il rapporto di lavoro tra il club e Lionel Messi. Pur avendo trovato un accordo, la trattativa per il rinnovo del contratto non può andare a buon fine per via del regolamento della Liga, che impone un limite sul monte ingaggi piuttosto rigido.  Il Barcellona dal conto suo, vista la situazione disastrosa delle sue finanze, si è trovata costretta a lasciare libero il fuoriclasse argentino, seppur a malincuore.

La carriera della pulce non è ancora finita, questo è chiaro, però si chiude il sipario su una grande storia di calcio, la storia di Leo al Barcellona. 

Ripercorriamo alcune tappe della sua irripetibile avventura in blaugrana:

•Il primo contratto firmato ad appena 13 anni su un fazzoletto di carta;
•L'esordio col numero 30 sulle spalle;
•Il primo storico goal, col cucchiaio all'Albacete e l'abbraccio a Ronaldinho;
•Il coast to coast memorabile contro il Getafe nelle orme di Maradona;
•Il goal di testa allo United in finale di Champions con Van der Sar incredulo;
•Il pallonetto di destro a Neuer dopo aver messo a sedere Boateng;
•La punizione incredibile contro il Liverpool a 90,99 km/h da quasi 30 metri. 

E poi ci sono i numeri disumani, totalmente senza senso:

•672 goal e 305 assist in 778 partite
•50 goal nella Liga 11/12
•91 goal in un anno solare: NOVANTUNO!
•35 trofei, di cui 4 Champions e 10 campionati
•26 goal nel clasico
•6 palloni d'oro, 4 consecutivi
•6 scarpe d'oro
•8 titoli di "Pichichi"

E pensare che tutto ciò avremmo potuto perdercelo, se non fosse stato per il Barça. Come tutti sanno, i catalani sono stati gli unici a credere in lui e pagargli le cure quando per le altre società era definito "troppo gracile" e inadatto ad un contesto del genere; ma per loro no, per loro era troppo talentuoso per lasciarselo scappare, troppo per rinunciarci.

Leo deve loro tanto se non tutto, ma allo stesso modo il Barça deve tanto a Leo, che li ha portati all'apogeo calcistico e per un intero ventennio li ha fatti rimanere nell'olimpo del calcio mondiale. E questo non lo potrà cancellare nessuno.

La storia d'amore più bella della storia del calcio è giunta all'ultimo capitolo, anche se la leggenda di Lionel Andrés Messi Cuccittini dalle parti del Camp Nou e nel mondo intero, siamo sicuri, è destinata a vivere in eterno... 

Fonte: l'autore Biagio Grillo

DI' LA TUA

3
3 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. Electta - 4 mesi

    Standing ovation

  2. Salvo - 4 mesi

    Una delle storie d’amore più bella e lunga tra un calciatore e un club di calcio.

    1. Electta - 4 mesi

      Verissimo

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.