Marko Rog, riparte la guerra contro la sfortuna

Il giocatore del Cagliari torna in sala operatoria, pronto ad affrontare le difficoltà che lo restituiranno al campo.

di Fanny Boninu
Fanny Boninu
(28 articoli pubblicati)

Nella giornata del 2 settembre Marko Rog, centrocampista croato del Cagliari, è stato sottoposto ad un intervento di pulizia del ginocchio presso la clinica romana Villa Stuart, ed ora attende una nuova operazione simile prevista tra una ventina di giorni.


Così riparte l’iter riabilitativo di un giocatore baciato da una terribile sfortuna, che rischia di tenerlo lontano dal campo ancora per molti mesi. L’incubo è iniziato nel dicembre 2020 quando, durante la partita contro la Roma, si è verificata la prima rottura del crociato anteriore destro. In seguito la ricostruzione in Austria, dove già in precedenza, per lo stesso tipo di infortunio, era stato trattato il compagno di squadra Pavoletti.
Così Rog non ha potuto dare il suo contributo alla causa rossoblù per la restante stagione, durante la quale le sue ottime qualità sarebbero state fondamentali per sostenere la disperata corsa alla salvezza della compagine cagliaritana.

Il graduale ritorno in gruppo durante la preparazione estiva è stato accolto col massimo entusiasmo da tifosi e dirigenza, che confidavano in un Rog recuperato per il 2021/22 come vero acquisto di lusso di un mercato fiacco e partito con una certa lentezza.

Poi la tegola. Il suo schieramento in amichevole contro l’Augsburg a inizio agosto, segno della definitiva uscita dal tunnel buio che aveva inghiottito il giocatore nei mesi precedenti, si chiude nel peggiore dei modi: in un contrasto di gioco il crociato operato si rompe ancora.

Ed eccolo di nuovo qui, al punto di partenza, con l’attesa della ricostruzione del legamento e di tutto il percorso necessario a riportarlo al suo indiscusso splendore. Una prova durissima per chiunque, dato che non può che essere doloroso trovare la propria strada, fare della propria passione un lavoro ed essere improvvisamente catapultato per tanto tempo lontano da tutto questo, con la paura di non essere nuovamente all’altezza di ciò che gli appassionati hanno apprezzato di te.
Ma questa sarà solo un’altra sfida, per quanto difficile, che Rog dovrà affrontare con la solita umiltà e coraggio, con l’appoggio indiscusso di una società che ha sempre creduto in lui, di compagni che hanno dimostrato in ogni momento solidarietà e affetto nei suoi confronti, di tifosi che rimandano soltanto più avanti sul calendario il momento in cui potranno riabbracciarlo in campo.

Fonte: l'autore Fanny Boninu

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.