La lupa che sogna di diventare grande

Facciamo il punto tattico della stagione dei Giallorossi di mister Fonseca.

di Tommaso Calderigi
Tommaso Calderigi
(2 articoli pubblicati)
La Lupa

Va oltre le aspettative dei tifosi la stagione della Lupa. La Roma ha trovato dalla gara di luglio contro il Napoli, un'identità tattica che si sta radicando partita dopo partita. Fonseca ha toccato le chiavi tattiche giuste.

Un primo passo è stato capire che i difensori della Roma, specie Ibanez, Mancini e Kumbulla, sono perfetti nella difesa a tre, grazie alle esperienze con Gasperini e Juric.

Fondamentale il ritorno di Smalling: l'inglese ha giocato una grande stagione l'anno scorso, che l'ha fatto rientrare alla corte di Fonseca; Smalling è il centrale della difesa a tre, in grado di far crescere, come sta facendo, i suoi compagni di reparto e regalare solidità.

Stesso discorso per Spinazzola che da quinto a sinistra è diventato uno dei migliori del suo ruolo, se non il migliore. Ciò è anche dovuto al mancato trasferimento all'Inter, che ebbe dubbi sul fisico del giocatore e si tirò indietro. Da quel momento Spinazzola è diventato uno dei punti fermi del 3-4-2-1 di Fonseca.

Anche Karsdorp, sulla fascia opposta, è ormai diventato fondamentale nello scacchiere giallorosso. Dopo esser stato oggetto misterioso per anni a Roma, a causa dei numerosi problemi fisici. Quest'estate Karsdorp si è rimesso in gioco, perdendo ben 7 chili, sfruttando le opportunità e convincendo Fonseca a tenerlo, esattamente come fece Bruno Peres un anno fa.

Altri perni di Fonseca sono Veretout e Pellegrini. Veretout è sempre più centrale nella Roma, in fase realizzativa e come presenza in mezzo al campo: giocatore moderno, che sa segnare, interdire, impostare e accompagnare l'azione.

C'è anche Pellegrini. Il classe '96, romano e romanista, sa fare sia uno dei due davanti la difesa, sia uno dei due trequartisti dietro la punta. Pellegrini è migliorato a livello di cattiveria e continuità nelle prestazioni. Il numero 7 sembra aver trovato la sua dimensione ed esser migliorato anche davanti la difesa, in fase d'interdizione, oltre alla fase d'impostazione che egli ha sempre dimostrato di saper fare ad alti livelli.

Da citare anche Villar e Cristante. Gonzalo Villar si è preso la scena: il centrocampista spagnolo "coccola" il pallone con una personalità che va oltre la forza dell'avversario che ha di fronte. Villar è nella sua fase di ascesa e ora Fonseca trova difficoltà a rinunciare a lui.

Cristante, dopo anni di critica a Roma, si è calato anche nel ruolo di difensore centrale nella difesa a 3, e sta trovando ottime prestazioni anche a centrocampo; non sarà il Cristante implacabile sotto porta di Bergamo, ma sta dimostrando di avere tenacia e appartenenza alla squadra.

Per concludere, la Roma può vantare un tridente che possono vantare in pochi: Pedro, Mkhitaryan e Dzeko. Su tutti l'armeno, decisivo come non mai in questa stagione avendo partecipato a 16 gol della Roma (8 gol e 8 assist). Uno dei giocatori più decisivi d'Europa Mkhitaryan, che ha messo da parte le noie fisiche caratterizzanti la sua carriera ed è ormai diventato un vero e proprio leader tecnico della Lupa.

Pedro: il nome dice tutto. Lo spagnolo arriva a Roma portando la propria esperienza e avendo vinto ben 25 trofei da protagonista, con Club e Nazionale. Qualche noia fisica ma anche gioie come i gol con Udinese e Benevento: lo spagnolo è pronto a prendersi la Roma e portarla a grandi obiettivi.
Infine Dzeko: il bomber della Roma, dopo esser stato protagonista di un quasi trasferimento alla Juventus, si è ripreso il ruolo centrale nell'attacco giallorosso e nel cuore dei tifosi, e nonostante le stagioni e il covid, Dzeko ha già segnato 7 reti e continua a essere dopo anni, il trascinatore, leader e capitano della Roma di Fonseca.

Ora la Roma, dopo 10 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte in 17 gare di Serie A e il passaggio da prima del girone in Europa League, con un rinforzo offensivo e un ricambio a Karsdorp, può migliorare il proprio gruppo, che ha già dimostrato di essere valido e dire ancora di più la sua nella lotta Champions o magari, sognare qualcosa di più.

Fonte: l'autore Tommaso Calderigi

DI' LA TUA

1
1 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ludovic - 4 mesi

    Vero. La Roma ha trovato, grazie al mister e hai giocatori, un modulo funzionale.

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.