Italia bella e autoritaria: 3-0 alla Svizzera e qualificazione

La doppietta di Locatelli e il timbro di Immobile permettono agli Azzurri di staccare il pass per gli ottavi. Svizzera annichilita e quasi mai pervenuta

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(215 articoli pubblicati)

Il numero 3 è un numero magico. Ancora un 3-0 e altri 3 punti in cascina per l'Italia di Mancini, che con questo punteggio netto riesce a superare anche la Svizzera, considerata alla vigilia l'avversario più temibile degli Azzurri nel gruppo A. Qualificazione agli ottavi di finale mai messa in dubbio nella gara andata in scena all'Olimpico di Roma: l'Italia ha dominato la partita per larghi tratti, rendendo il divario quasi imbarazzante in alcuni frangenti del match. Petkovic aveva provato a far giocare la Svizzera a viso aperto, memore della lezione impartita ai turchi dagli Azzurri nella gara inaugurale, ma la tattica ha avuto lo stesso effetto nefasto di quella dei suoi predecessori.

Mentre la Svizzera aveva confermato tutti gli 11 che avevano giocato a Baku contro il Galles, Mancini è stato costretto a sostituire l'infortunato Florenzi con Di Lorenzo, preferito a Toloi. I segnali mandati in avvio di gara alla difesa elvetica sono già forti e chiari al 10', quando Spinazzola (mvp nella sfida con la Turchia) fa un'accelerazione delle sue lasciando sul posto Elvedi e scodella un pallone al centro che Immobile, di testa, non riesce a piazzare nello specchio della porta. L'Italia continua a macinare gioco e, al 18', riesce anche a trovare la via del gol con Chiellini su azione da corner, ma il Var ravvisa un fallo di mano del centrale difensivo della Juventus e annulla la marcatura. Chiellini che, poi, sarà pure costretto a lasciare il campo per un infortunio al flessore al 24', al cui posto entrerà Acerbi. Al 25', arriva finalmente il gol del vantaggio azzurro, con un'azione da far vedere e rivedere in tutte le scuole calcio: apertura straordinaria a memoria e di prima intenzione di Locatelli da centrocampo per Berardi sulla destra, il quale punta Rodriguez, lo salta e poi serve il pallone in area proprio all'accorrente Locatelli che non può fallire la più facile delle occasioni. 1-0 per l'Italia e Olimpico in festa. Al 37', Spinazzola ha una grande occasione per raddoppiare le marcature lanciato in campo aperto, ma il suo tentativo davanti a Sommer è rivedibile.

Nella ripresa, Petkovic si gioca la carta Gavranovic per un inconsistente Seferovic, ma l'Italia troverà subito il gol del raddoppio al 51' sempre con Locatelli, abile nel controllare il pallone datogli da Barella al limite dell'area e scagliarlo all'angolino con un sinistro di precisione chirurgica. Sul 2-0, l'Italia prova a tirare un po' il fiato e qui la Svizzera prova a colpire al 63' con Zuber, ben imbeccato in area da Gavranovic, ma Donnarumma riesce ad opporsi alla conclusione ravvicinata dell'esterno elvetico con i piedi. Scampato il pericolo, l'Italia ha due occasioni fotocopia con Immobile per calare il tris, la prima al 72' e la seconda al 74', ma in entrambi i casi il suo diagonale è fuori misura. Gol che Immobile riuscirà comunque a realizzare all'88': break di Toloi su Gavranovic, palla al centravanti della Lazio che controlla, si gira e fa esplodere il destro che piega le mani ad un Sommer tutt'altro che preciso. 3-0 e qualificazione agli ottavi archiviata.

L'Italia ora avrà 2 risultati a disposizione per mantenere il primo posto in classifica nella partita decisiva di domenica contro il Galles; la Svizzera, dovrà giocarsi la qualificazione contro la Turchia già virtualmente eliminata, sperando, o nel ripescaggio come migliore terza, o nel secondo posto a scapito dei gallesi.  

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.