Il Punto: la legge del numero “3” e del pragmatismo

È lotta a 3 per il titolo: Milan, Inter e Juve. Che vincono di cinismo e pragmatismo. Ibra fa 501. Lazio da Champions: raggiunta la Roma al quarto posto.

di Gino Plinius
Gino Plinius
(12 articoli pubblicati)
Milan e Inter

Il cantante milanese Vittorio Mascheroni nel lontano 1929 cantava "Tre sono le cose che voglio da te". 

E tre sono le squadre che ufficialmente si vanno a contendere il titolo: Milan, Inter e Juve

Alla fine della 21°giornata la classifica dice: Milan: 49 punti; Inter: 47 punti; Juventus: 42 punti ( con una gara in meno).  E tutte e tre hanno vinto con la legge del pragmatismo: cinici, spietati e sicuri, senza subire gol. 

Il Milan demolisce il Crotone con un perentorio 4-0, nel segno del fattore  "IC" di Ibrahimovic e Rebic.

Re Zlatan fa quota 501 in carriera con le maglie dei club. Il primo gol è una perla di bellezza, mentre il secondo è il più facile dei gol. L'altra doppietta l'ha siglata il croato Rebic che è apparso finalmente recuperato in pieno, segnando due gol in scioltezza nell'arco di 60 secondi. Ai rossoneri va notata anche una continuità di gioco consistente e pregevole. Assumendo la consapevolezza di essere diventata una squadra matura e mastodontica. 

Tutto facile quindi per il Milan, che ha di fatto controsorpassato l'Inter. 

I nerazzurri hanno vinto nel venerdì sul campo del sempre ostico Franchi di Firenze, per 0-2 anche se per il divario tecnico e le occasioni sprecate (Dragowski super) il divario nel risultato poteva essere più ampio

Una prova di superiorità netta dell'Inter, con un Barella straordinario, che a proposito di 3, il sardo ha siglato il terzo gol in campionato con la maglia nerazzurra. 

Lo dico: Il principe sardo ha promulgato una maturità di completezza nel reparto di centrocampo tale da essere, ad oggi, il miglior centrocampista italiano

Altri due protagonista del Franchi, sono Hakimi, il marocchino è diventato ormai diventato imprescindibile e un rigenerato Perisic, che sempre a proposito di 3: Firenze gli porta bene, andando a segno per la terza volta in quattro partite disputate in terra viola. 

L'Inter manda segnali sprezzanti da grande squadra. Conte ad oggi ha un merito: quello di tenere il gruppo sempre compatto tappando le orecchie per quanto sta accadendo fuori per le vicende societarie. Ora arriva un trittico, ossia Juve ritorno di Coppa Italia, Lazio e il derby del 21 Febbraio che ad oggi vale mezzo titolo. Se fuori i conti non tornano, i conti di Conte in campo dovranno tornare ma la dimostrazione è stata che i nerazzurri che sul campo ci sono e stanno bene. 

A proposito sempre del numero 3.

La Juventus vince la sua terza partita consecutiva in campionato, tenendo la porta inviolata per la terza volta consecutiva, terzo posto e a questo punto terza incomoda ufficiale per la lotta al titolo alle milanesi. 

La Juve archivia la pratica Roma, con una gara di cinismo puro: 2-0 secco, grazie ad un gol da biliardo di un Ronaldo rinfrancato e un'autorete di Ibanez. L'equilibratore bianconero ha un nome e cognome: Giorgio Chiellini. Tolta la sconfitta con l'Inter, la Juve con lui in campo è tornata ad essere impenetrabile e sicura, dando prestazioni più quantità che di qualità. 

Pirlo per la sua Juve ha trovato la strada giusta con un semplice ritorno al passato, accantonando le sue idee e giocare di pragmatismo, come i vecchi Lippi ed Allegri, per la sostanza e quel detto che vale in casa Juve dove "Vincere è l'unica cosa che conta". 

Seppur restando a - 7 dal Milan, i bianconeri hanno una gara in meno e potenzialmente potrebbero andare a - 4. Quindi v'è certezza che la terza incomoda sia proprio la Signora. 

Per la Roma ennesimo appuntamento mancato contro una grande, anche se non ha sfigurato, giocando bene ma con troppa imprecisione sottoporta. I giallorossi sono stati raggiunta dalla Lazio al quarto posto a quota 40, vincendo la sesta gara consecutiva contro un Cagliari sempre più in crisi. A S. Inzaghi è bastato un gol del solito Ciro Immobile

Le romane seppur quarte sono a 9 punti dal Milan, ed iniziano ad essere già tanti. Domenica c'è Inter-Lazio che può riaprire ogni scenario, ma intanto è lotta a 3 con veri colpi di botta e risposta. Ne vedremo delle belle

Juventus
Fonte: l'autore Gino Plinius

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.