Guardiola: si accendono tutte le luci

EBBENE SI PEP, SEI DAVVERO IL PIù BRAVO DI TUTTI !

di Gaetano Loffredo
Gaetano Loffredo
(17 articoli pubblicati)

La luce nella  luce, l'idea che è dentro l'idea,

Siamo nell'estate torrida catalana del 2008 , c'è da sostituire Rijkaard e metabolizzare l'uscita di Ronaldinho che era stato ceduto Milan. ed il resto della squadra da rigenerare. 

Pep Guardiola ebbe un sussulto di lucidissima follia, si presentò negli uffici del presidente Laporta chiedendogli di affidargli l'incarico.  Il nr 1 blaugrana gli chiede se davvero se la sentisse , clamorosa la risposta dell'allora tecnico della cantera : " io me la sento, sei tu che non hai le palle per farlo".

Vennero promossi in prima squadra giovani come Pique e Busquets,  ed  improvvisamente nacque il famosissimo sistema di gioco "tiki taka".

Rete di passaggi senza sosta da una parte all'altra del campo, squadra cortissima in 30 metri, recupero palla entro 4 secondi , verticalizzazioni improvvise nel momento in cui si viene a creare lo spazio, esatto, proprio così. il vero attaccante di Guardiola è lo spazio .  Sistema studiato ad hoc per sfiancare gli avversari perchè la palla, ce l'avevano sempre gli uomini di Pep facendo correre a vuoto i loro dirimpettai. 

Ha avuto dalla sua la fortuna di ritrovarsi in squadra artisti come Iniesta e Xavi, Messi che devastava tutti , ma non era semplicissimo convincere quei giocatori, a giocare in quel modo. Quel Barcellona ha vinto, stravinto tutto, ma ha soprattutto deliziato e convinto tutti gli appassionati di calcio.  Spettacolo nello spettacolo. 

Dopo la fantastica epopea in catalogna, si prende un anno sabbatico . Nell'estate del 2013 si trasferisce al Bayern Monaco, adatta relativamente il proprio pensiero, vista la qualità della rosa ed il divario tecnico assoluto con le altre della Bundesliga. 

Il vero banco di prova rappresenta però il suo trasferimento al Manchester City , dopo un primo anno di ambientamento, i CItizens diventano un rullo compressore vincendo titoli ed ora sono a un passo dalla finale di Champions league.

IL suo credo innovativo, il suo essere sempre avanti , il suo modo di intendere il pallone è inconfondibile. La " mano" di Guardiola si denota in tutte le squadre che allena. le riconosci istantaneamente, Un modo di difendersi attaccando, di sfinire gli avversarsi, ma soprattutto il gol che arriva dallo spazio creato e lasciato libero.

Ebbene si Pep, sei davvero il più bravo di tutti.

Fonte: l'autore Gaetano Loffredo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.