Ungheria, il cuore non basta: il Portogallo s’impone per 3-0

Una doppietta di Ronaldo e un gol di Raphael Guerreiro piegano la stoica resistenza ungherese

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(215 articoli pubblicati)

I campioni d'Europa in carica stanno ancora sul pezzo. Alla Puskas Arena di Budapest, dinanzi ad una cornice di pubblico insolita di questi tempo (c'era il tutto esaurito, unico stadio di tutto l'Europeo in cui è consentito), il Portogallo batte per 3-0 l'Ungheria e non senza soffrire, checché ne dica il risultato. A fare la differenza, oltre i valori diametralmente opposti delle due squadre, è stata la lunghezza della panchina lusitana, cosa che il ct Fernando Santos ha sfruttato alla grande pescando il jolly Rafa Silva, risultato decisivo in tutte tre le segnature. Il rammarico per l'Ungheria è stato non aver resistito qualche minuto in più, visto che lo 0-0 è persistito fino a 6' dalla fine.

Il divario tecnico è stato evidente per tutta la partita e, infatti, nel primo tempo la maggior parte delle occasioni sono state tutte per i portoghesi. Già al 4', Gulacsi è costretto ad intervenire sulla conclusione violenta dal limite di Diogo Jota. Al 36', arriva la timida risposta ungherese affidata al colpo di testa di Adam Szalai sulla punizione dalla trequarti di Sallai che Rui Patricio blocca senza problemi. Al 39', ancora Diogo Jota pericoloso su assist comodo di Semedo, ma Gulacsi è ancora bravo a dire di no con i piedi. Al 42', un errato disimpegno di Orban libera il cross di Bruno Fernandes dalla sinistra, ma Ronaldo, da pochi passi, manca clamorosamente il bersaglio calciando alto.

Nella ripresa il copione non cambia: Portogallo padrone del gioco e Ungheria rintanata nella propria area di rigore, speranzosa di trovare il varco giusto per colpire in contropiede. Al 46', Gulacsi è ancora strepitoso in allungo sul colpo di testa di Pepe su azione da calcio d'angolo. Al 56', Sallai prova ad approfittare di un rimpallo al limite dell'area per sorprendere Rui Patricio, ma il portiere del Wolverhampton neutralizza la conclusione in due tempi nonostante una deviazione. Al 67', ancora Gulacsi chiamato in causa dalla conclusione dalla distanza di Bruno Fernandes, allungandosi bene in calcio d'angolo. Al 79', si avvera il più classico degli sliding doors: Nego lancia in profondità Schon, il quale salta Pepe e, appena entrato in area, mette il pallone in rete tra palo e Rui Patricio. Tutto molto bello per il giovane attaccante ungherese, peccato che il guardalinee avesse ravvisato una netta posizione di offside. Ed è qui che cambia completamente la partita: Rafa Silva, appena entrato, mette in mezzo un pallone insidioso che Raphael Guerreiro, complice una deviazione sfortunata di Orban, infila alle spalle di Gulacsi per l'1-0 portoghese arrivato al minuto numero 84. Il gol ha stappato la partita e sgonfiato gli ungheresi, costretti ancora a capitolare all'87' per il rigore siglato da Ronaldo dopo un atterramento in area di Orban ai danni di Rafa Silva. Al 92', c'è pure il tempo per il 3-0 ancora firmato da CR7, bravo nel concludere nel migliore dei modi uno scambio nello stretto in area con lo scatenato Rafa Silva. Grazie a questa doppietta, Ronaldo diventa il miglior realizzatore della fase finale degli Europei con 12 gol, staccando di due lunghezze Michel Platini.

Al triplice fischio, il Portogallo può tirare un sospiro di sollievo e festeggiare questi importantissimi 3 punti in ottica qualificazione nel girone di ferro degli Europei; all'Ungheria, non resta altro da fare che leccarsi le ferite.

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.