Impresa Italia: Belgio battuto 2-1 ed è semifinale

I gol di Barella e Insigne stendono i Diavoli Rossi, a cui a nulla serve il rigore segnato da Lukaku. Unica nota stonata è il crack di Spinazzola

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(217 articoli pubblicati)

Si ritorna a Wembley! All'Allianz Arena di Monaco di Baviera, l'Italia si regala una serata degna di Germania 2006 e batte il Belgio per 2-1, tornando in semifinale a distanza di 9 anni dall'ultima volta. I Diavoli Rossi, considerati i favoriti numero uno per la vittoria finale dopo la dipartita della Francia agli ottavi, hanno deluso le aspettative, facendosi surclassare dagli Azzurri in ogni settore del campo. Certo, l'infortunio di E. Hazard ha sicuramente pesato sull'economia della partita del Belgio, soprattutto a livello offensivo, ma l'alternativa Doku non lo ha certamente fatto rimpiangere, quindi si può dire che qualcosa di più si poteva dare. Per quanto riguarda l'Italia, una prova mostruosa soprattutto a centrocampo, con Barella e Jorginho sugli scudi, mentre in difesa Chiellini ha letteralmente annullato Lukaku. La tegola che ha reso meno dolce questa qualificazione, oltre alla pessima prova di Immobile, riguarda la rottura del tendine di Achille di Leonardo Spinazzola, il quale ha concluso, con molto rammarico, il suo straordinario Europeo. 

Per quanto riguarda la partita, già detto dell'inserimento di Doku al posto dell'infortunato E. Hazard e con De Bruyne recuperato sulla trequarti, l'Italia può gioire per il rientro di Chiellini al centro della difesa al fianco di Bonucci, con Chiesa lanciato titolare in attacco a destra al posto di Berardi. Al 13', l'Italia potrebbe già gioire per il gol di Bonucci, ma il Var annulla per il fuorigioco attivo di Chiellini all'inizio dell'azione. Scampato il pericolo, il Belgio riprende coraggio e al 22', dopo un retropassaggio suicida di Verratti, Donnarumma è costretto al super intervento in allungo sulla conclusione dal limite di De Bruyne. Al 26', ancora il fantasista del City scatenato in contropiede a lanciare Lukaku, il cui rasoterra dal limite viene ben respinto dal portiere azzurro.  Al 27', l'Italia torna a rendersi pericolosa con Chiesa, lanciato in contropiede da Spinazzola, ma il suo tiro deviato da Alderweireld viene facilmente bloccato da Courtois. La gara è vibrante e non ammette attimi di pausa, così, al 30', Verratti recupera un pallone in area belga perso da Immobile, serve Barella in area che, con una finta, ne fa fuori tre e calcia una violenta conclusione angolata che non lascia scampo a Courtois: è 1-0 Italia. Al 41', l'Italia avrebbe pure una grande occasione per raddoppiare con Chiesa, bravo a raccogliere il corto rinvio di Meunier e a calciare immediatamente verso la porta, ma il tiro sfiora il palo alla sinistra di Courtois. Raddoppio che, comunque, non tarderà ad arrivare: al 44', Insigne rientra su Tielemans e con il suo marchio di fabbrica, il tiro a giro, supera Courtois per il 2-0. Primo tempo finito così? Invece, no. Al 45+2', una fiammata di Doku porta Di Lorenzo a spingerlo leggermente in area, con l'arbitro sloveno Vincic che indica il dischetto. Lukaku è implacabile e manda la partita all'intervallo con il Belgio sotto di un gol.

Nella ripresa, il Belgio, galvanizzato dal gol realizzato nel finale di tempo, prova a rendersi più pericoloso dalle parti di Donnarumma e, dopo aver rischiato un fallo da rigore su Jorginho, va vicino al pari al 61': cross basso dalla sinistra di De Bruyne e salvataggio miracoloso di anca di Spinazzola sulla linea sul tiro a botta sicura di Lukaku. Scampato il pericolo, al 66' lo stesso Spinazzola prova a chiudere il discorso su assist delizioso di Insigne, ma il tiro al volo del terzino finisce di poco fuori. È l'ultimo squillo del suo Europeo, prima dell'infortunio occorsogli al 79'. Al 70', il Belgio crea un ultimo vero pericolo dalle parti di Donnarumma con il cross di Chadli dalla sinistra non sfruttato né da Lukaku e né da T. Hazard

Dopo un recupero interminabile, Vincic fischia la fine e l'Italia di Mancini può festeggiare una strameritata qualificazione in semifinale. Per il Belgio, un'altra cocente delusione per la generazione d'oro, anche quest'anno fuori a mani vuote.  

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.