Griezmann salva la Francia: 1-1 e Ungheria che sfiora l’impresa

Un gol del "petit diable" evita una clamorosa sconfitta in terra ungherese alla truppa di Deschamps. Il gol di Fiola fa ancora sperare i magiari

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(215 articoli pubblicati)

Davide ferma Golia. Alla Puskas Arena di Budapest, l'Ungheria impone il pari per 1-1 alla Francia campione del mondo e favorita numero 1 di questo Europeo e continua a sperare negli ottavi di finale. Sebbene i "galletti" abbiano creato di più e sfiorato a più riprese la vittoria, si sono fatti sorprendere dal vantaggio ungherese e si sono fatti prendere dal nervosismo, permettendo ai magiari di resistere agli assalti verso la porta di Gulacsi e giocarsi contro la Germania l'ultima chance di qualificazione. Per l'Ungheria, c'è la soddisfazione di aver fermato sul pari una squadra praticamente ingiocabile, ma anche il rammarico per aver concesso il gol del pari nel modo più ingenuo possibile.

Passando alla partita, un cambio a testa per i due ct rispetto alla gara d'esordio: Deschamps fa tirare il fiato a Lucas Hernandez schierando Digne, mentre Rossi opta per l'inserimento di Nego (francese di nascita e originario di Guadalupa) al posto di Lovrencsics. La Francia parte subito forte e, al 13', ha una clamorosa doppia occasione per passare in vantaggio: tiro dal limite di Benzema respinto da Gulacsi, con Griezmann che deve soltanto ribattere in porta da pochi passi, ma ancora una volta il riflesso del portiere ungherese è prodigioso e respinge la minaccia. I Bleus sono padroni del gioco e al 16' è Mbappé ad avere la palla buona per il vantaggio, ma il suo colpo di testa sul cross da sinistra di Digne termina di poco a lato della porta magiara. Le alte temperature non sembrano rallentare la furia francese, tanto che al 30' Benzema ha ancora una buona opportunità per portare in vantaggio i suoi, ma il suo tiro al volo all'altezza del dischetto del rigore su suggerimento di tacco di Mbappé dà solo l'illusione del gol. Al 32', grande azione personale di Mbappé, che in area salta tre avversari e scarica il diagonale che termina, però, di poco fuori. La Francia attacca a piè sospinto e l'Ungheria non molla, correndo su ogni pallone e limitando al minimo le scorribande avversarie. Nonostante l'infortunio occorso ad Adam Szalai (sostituito da Nikolics al 26'), il modo per fare gol i magiari lo trovano nel finale di primo tempo in pieno recupero: Fiola scambia il pallone con Sallai sulla sinistra, brucia sullo scatto Pavard e Varane, entrambi fuori posizione, e fredda Lloris con una conclusione rasoterra a fil di palo che fa esplodere i 55.000 ungheresi presenti alla Puskas Arena. Strano ma vero: la Francia è sotto 1-0 all'intervallo.

Nella ripresa, il copione non subisce cambiamenti di sorta: Francia padrona del pallone, Ungheria del campo con un pressing aggressivo e ordinato. La sveglia alla Francia la prova a dare Dembelé al 58', subentrato ad un deludente Rabiot, colpendo il palo con una conclusione violenta dal limite dell'area. È il preludio al pari francese, che giungerà al 66': rinvio lungo di Lloris che sorprende Nagy e Nego, favorendo l'inserimento di Mbappé, il quale si guadagna il fondo e mette al centro, il pallone viene respinto corto da Orban e, sul pallone vagante in area, accorre Griezmann per portare il match sull'1-1Deschamps si gioca anche le carte Tolisso, Giroud e Lemar per aggredire maggiormente l'area ungherese e cingerla d'assedio, ma le occasioni non vengono sfruttate dalle sue bocche di fuoco.  Prima è Mbappé, al 68', a non sfruttare l'ottimo calcio di punizione calciato da Griezmann tirando fuori da pochi passi in semirovesciata; poi è ancora l'attaccante del Psg, all'81', a farsi parare la sassata da posizione ravvicinata da Gulacsi dopo l'assist di Giroud; infine, al 94', è Varane a non sfruttare il cross delizioso di Lemar dalla sinistra mettendo fuori, di testa, il pallone che sarebbe potuto valere la vittoria. 

Un pareggio che permette ai francesi di comandare in solitaria il gruppo F con 4 punti, ma che non garantisce loro la qualificazione; Ungheria, invece, che dovrà sperare in un altro miracolo sportivo in terra tedesca per completare l'impresa della qualificazione agli ottavi.

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.