Finisce il sogno dell’Ungheria: avanti Portogallo e Germania

I magiari credono nell'impresa, ma Goretzka nel finale salva i tedeschi. Pari anche tra Francia e Portogallo nello scontro tra campioni

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(217 articoli pubblicati)

Ci stava quasi scappando la sorpresa nel gruppo F. L'Ungheria ci crede fino all'ultimo, ma il 2-2 finale premia la Germania che, nonostante una prova opaca, si è aggrappata ai suoi singoli ed ha evitato la quarta eliminazione consecutiva al primo turno dopo quelle maturate ai Mondiali 2018 e nelle due edizioni della Nations League. Tedeschi che, tra l'altro, hanno chiuso il loro girone al secondo posto, perché il 2-2 tra Portogallo e Francia ha permesso loro di sfruttare il vantaggio nello scontro diretto con i lusitani, mentre i transalpini chiudono al primo posto come da pronostico.

Parlando della partita dell'Allianz Arena di Monaco di Baviera, polemiche sulla legge ungherese sui diritti lgbtq+ a parte, si è vista una Germania timorosa e sconclusionata, lontana parente di quella bella e determinata vista contro il Portogallo. e l'eliminazione è stata palpabile fino al convulso finale di partita che ha premiato il talento contro l'organizzazione tattica e la generosità. Tanto di cappello per l'Ungheria di Marco Rossi, che sta rendendo possibile un'impresa dai contorni utopici: uscire indenni dal girone di ferro degli Europei da underdog. La partita viene sbloccata subito a sorpresa dai magiari con Adam Szalai all'11': il centravanti del Mainz, recuperato in extremis, sfrutta il cross al bacio dalla trequarti di Sallai con un colpo di testa in tuffo angolato che non lascia scampo a Neuer. Terminato il primo tempo sotto di 1 gol, la Germania riesce a trovare quasi per caso il gol del pari al 66': calcio di punizione di Kimmich dalla trequarti di campo, Gulacsi esce a vuoto e permette ad Hummels, con la sua sponda di testa, di regalare il pallone del pari ad Havertz, che da pochi metri non può sbagliare. A parità ristabilita, sembrava che l'Ungheria potesse accusare il colpo per le circostanze in cui è avvenuto il pari, invece la reazione è talmente fulminea che al 68' i magiari sono ancora avanti con Schaefer, bravo a conquistare palla, a scambiarla velocemente con Szalai, e ad anticipare Neuer in uscita disperata con il colpo di testa che vale il 2-1. Loew decide di mettere in campo tutto l'arsenale offensivo che ha a disposizione per trovare il gol qualificazione e proprio due nuovi entrati, Werner e Goretzka, propiziano all'84' il gol del definitivo 2-2: il primo si fa respingere la conclusione in area; il secondo, sulla ribattuta, scarica un missile che non lascia scampo a Gulacsi. Al triplice fischio, la Germania può tirare un sospiro di sollievo e prenota l'ottavo di finale di Wembley con l'Inghilterra; per l'Ungheria, un'eliminazione beffarda, ma a testa altissima.

Passando al big match della Puskas Arena di Budapest, i campioni del mondo della Francia e i campioni d'Europa del Portogallo mettono in scena una piccola rievocazione della finale degli Europei di 5 anni fa che i lusitani vinsero ai supplementari per 1-0 a Saint-Denis contro i transalpini. Al 31', il Portogallo sblocca la partita con Ronaldo, che realizza il rigore procurato da Danilo Pereira per un pugno in uscita ai suoi danni da parte di Lloris. Nel finale di primo tempo, i francesi riescono a trovare il pari, sempre su rigore (questa volta dubbio) fischiato da Lahoz per una spintarella di Semedo su Mbappé e realizzato da Benzema. In avvio di ripresa, al 47', è ancora Benzema il mattatore del match e realizza la sua doppietta personale battendo in uscita Rui Patricio sul lancio al bacio in profondità di Pogba. La reazione portoghese è immediata e sarà ancora su rigore, per fallo di mano di Koundé sul cross di Ronaldo che lo stesso asso lusitano realizzerà al 60', diventando capocannoniere della competizione con 4 marcature e arrivando ad 1 gol dal record di segnature in Nazionale realizzato dall'iraniano Ali Daei.  Francia che avrebbe una doppia occasione per ripassare in vantaggio al 68', ma Rui Patricio è fenomenale sia su Pogba che sulla ribattuta di Griezmann. La Francia agli ottavi affronterà la Svizzera a Bucarest, il Portogallo il Belgio a Siviglia.

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.