Coppa Italia: un “titulo” prestigioso con un regolamento corretto

Si entra nelle fase finale della competizione con l'ingresso delle teste di serie

di Paolo Capano
Paolo Capano
(66 articoli pubblicati)
SS Lazio v Juventus FC - TIM Cup Final

La formula attuale della Coppa Italia è corretta: non ha bisogno di nessun accorgimento. Invocare un modello sulla falsariga delle coppe nazionali di altri paesi è sbagliato. Diciamo pane al pane e vino al vino: se una piccola squadra di C arrivasse ad affrontare una grande, sarebbe opportuno che lo facesse superando dei gradi di difficoltà. Così, dopo un percorso a tappe, scendere in campo dentro un San Siro offre più soddisfazione. Va a costituire un successo, ripensando a tutti i sacrifici fatti. Se gli accoppiamenti della Coppa Italia fossero completamente casuali, senza basarsi su un ranking, allora la squadra di C potrebbe trovarsi catapultata d’emblée in un palcoscenico importante, magari battendo la favorita e scrivendo pure un'impresa storica. Tuttavia, il cammino nel torneo, nell'immediato, diverrebbe probabilmente via via meno romantico. 

Dunque, immettere otto squadre, teste di serie, direttamente agli ottavi di finale della competizione è logico. Le sorprese possono spuntare ugualmente. Basti pensare al quarto di finale tra Spezia e Alessandria di poche edizioni fa, compagini giunte fin lì dopo aver sconfitto club di caratura maggiore. Agli ottavi, i liguri eliminarono la Roma all'Olimpico: io ero allo stadio in quell'occasione e vedere quei tifosi spezzini increduli esplodere di gioia fu emozionante... I piemontesi superarono il Genoa a Marassi. In semifinale andarono i Grigi a vedersela con il Milan. La Coppa Italia è un trofeo prestigioso, un titulo a tutti gli effetti. E poi conferisce l'onore di sfoggiare la coccarda tricolore sulla maglia.

Fonte: l'autore Paolo Capano

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.