La Coppa della Signora e della Dea

Coppa Italia: Sarà finale Juventus-Atalanta. Conte litiga con tutti ma intanto gli resta solo lo scudetto. Napoli: Gattuso, il tempo sta scadendo.

di Gino Plinius
Gino Plinius
(12 articoli pubblicati)
Juventus - Atalanta

JUVENTUS - INTER: 0 - 0

L'Inter sbatte contro il muro bianconero: Bianconeri in finale. 

Ormai è chiaro che oltre il muro e il catenaccio, Pirlo ha ritrasformato la sua Juve dal calcio liquido al calcio solido, che più che Allegriana oserei dire Lippiana: difesa di ferro (Demiral e De Ligt mostruosi) e palla al migliore ossia Ronaldo, che seppur non sia andato in gol, ha sprecato 3 nitide occasioni. 

Juve vecchia maniera. Intanto i risultati soprattutto parlano per lui, dopo la sconfitta con l'Inter: 6 vittorie, 1 pareggio ed 1 solo gol subito. Vittoria di Supercoppa e appunto finale di Coppa Italia. La Juve è tornata, seppur alla sua vecchia maniera, ma è tornata.

I nerazzurri son andati più giù di nervi che di lucidità solo cuore, senza mai tirare in porta. Male l'attacco: Lukaku e Lautaro mai in partita, bene i soliti e i soli Hakimi e Barella

Inter nervosa e tesa, in primis lo stesso Conte che prima litiga con Bonucci dalla panchina e poi a fine primo tempo sempre preso dal nervosismo il gesto del dito medio verso la tribuna bianconera, finita poi con tanto di lite a fine partite con il presidente Agnelli che dalla tribuna gli urla parole pesanti. 

Agnelli e Conte nel 2014 non si erano lasciati bene e non si erano mai più ritrovati e sicuramente dopo questa becera discussione (non è un bel vedere per gli amanti del calcio), non si ritroveranno più.

Il nervosismo di Conte? Sapeva che per la sua Inter si stava sfilando via un altro obbiettivo. Dopo la Champions e l'Europa, anche la Coppa Italia è sfumata. Gli resta soltanto lo scudetto per salvarlo da un biennio fallimentare e ha dalla parte sua tutte le attenuanti: Ha solo un impegno domenicale, settimana liscia di duro lavoro, tutto come piace  lui ed è per questo che se non vince lo scudetto.. Il fallimento è doppio.

‌‌Pagelle Juventus - Inter:

‌‌Juventus: Buffon: sv; Danilo: 6.5, Demiral: 8, De Ligt: 8, A. Sandro: 5.5; Cuadrado: 6 (82' Chiellini: sv), Bentancur: 6, Rabiot: 6.5, Bernadeschi: 5 (62' McKennie: 6); Kulusevski: 5.5 (87' Chiesa: sv), Ronaldo: 6.

‌‌All: Pirlo: 6.

‌‌Inter: Handanovic: 7; Skriniar: 6.5, De Vrij: 6, Bastoni: 6 (65' Kolarov: 5.5); Hakimi: 6.5, Barella: 6.5, Brozovic: 5, Eriksen: 6 (65' Sensi: 5), Darmian: 5 (58' Perisic: 6); Lautaro: 4, Lukaku: 4.5

‌‌All.: Conte: 5.5

Arbitro: Mariani: 6.5

‌‌‌‌‌‌

ATALANTA - NAPOLI: 3 - 1

‌‌Sarà l'Atalanta del Gasp a raggiungere la Juventus in finale.

E diciamocelo tutta, la Dea per quanto ha fatto andata e ritorno, ha meritato ampiamente di andare in finale.

Tutto nel nome di Matteo Pessina  e mi auguro che Mancini lo stia davvero tenendo d'occhio che in Nazionale come vice-Barella è perfetto. 

Il Napoli frana, nel vero senso della parola, con una difesa che fa acqua di fango con errori da principianti. 

Il Napoli fino a 2 mesi fa era la miglior difesa del campionato italiano... Perché adesso troppi errori? Le riserve non sono all'altezza dei titolari e altra verità è che nel Napoli di oggi nessuno sa fare l'Albiol di turno, gli errori sono ricalcati sempre da passaggi d'impostazione con tempi sbagliati. I giocatori sbagliano certo, ma anche Gattuso non è esente da colpe, da capire che un certo tipo di calcio partendo dal portiere lo si può fare solo se hai un giocatore in grado di impostare o perlomeno impararglielo a fare (vedere Guardiola con Stones, ma lì è tutt'altra caratura). Il Napoli inoltre ha 4 giocatori che sono in netto calo psicofisico: Bakayoko, Maksimovic, Hisaij e Mario Rui. Se poi metti che lasci in panchina due dei più in forma come Politano e Demme… tutto diventa sempre difficile

Gattuso ha sprecato la prima carta e primo obbiettivo. Adesso c'è di nuovo la Juve: si sa che vale doppio per lui e per Napoli, ha il sapore giusto dell'ultima spiaggia. Il tempo sta scadendo. 

La Dea va in finale di Coppa, la sua seconda finale negli ultimi 3 anni e trova la Juventus. Se due anni fa ci andò da favola, quest'anno ci va da grandissima realtà.

Gattuso
Fonte: l'autore Gino Plinius

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.