City-Liverpool 2-1: Agüero è sottovalutato, Guardiola è umano

Il Kun decide il big match contro i Reds mostrando il suo talento, Pep dimostra che anche i grandi come lui sanno essere terrestri

di Marco Ghilotti
Marco Ghilotti
(99 articoli pubblicati)
Manchester City v Liverpool FC - Premier

Nel calcio la grandezza di un allenatore si capisce quando, nonostante tutti i trofei in bacheca, preferisci non rischiare e dici ai tuoi calciatori di spazzare il pallone il più lontano possibile e di chiudersi in difesa. Oppure quando sei pronto a far entrare Gabriel Jesus, magari per mettere in ghiaccio il match ma poi vedi che con le torri del Liverpool sarebbe meglio far entrare Otamendi. Con queste due mosse, Guardiola ci ha mostrato che anche i mostri sacri di questo sport come lui possono essere umani, che ciò che li rende grandi è anche la capacità di rendersi umili, di capire che la squadra sta soffrendo e di agire di conseguenza. Se Pep si fosse crogiolato nella sua superbia questa partita probabilmente non l'avrebbe portata a casa, ma dato che è un uomo particolarmente intelligente ha interpretato al meglio la situazione e ha fatto suoi i tre punti. 

Il killer di questa partita è stato, manco a farlo apposta, Sergio Agüero. Il Kun ha colpito di nuovo contro il Liverpool, portando a sette reti in altrettanti match il suo score personale contro i Reds. La sua è stata una partita di grande impegno e sacrificio, di pressing sul primo portatore di palla e sul portiere, che non gli hanno però impedito di segnare il gol che ha aperto le danze all'Etihad. Un anticipo secco su Lovren dopo il cross di Sane seguito da un sinistro rabbioso sul primo palo dove Alisson non ha potuto far niente se non disperarsi dopo che il pallone si era insaccato in porta. Portiere brasiliano che si è poi preso la rivincita sull'argentino all'81 quando con un intervento prodigioso ha evitato che il 10 del City chiudesse i conti sul 3-1. 

Questa partita ci ha fatto definitivamente capire due cose: la corsa per la Premier è ancora tutta da vivere, e il Kun Agüero è uno degli attaccanti più sottovalutati tra i top in circolazione. L'ex Atletico Madrid è il primatista del suo attuale club nelle competizioni europee con 35 gol , nonché il realizzatore più prolifico nella storia dei Citizens con 213 reti in 314 match. Nelle ultime sette stagioni in Inghilterra, sei volte è andato oltre il tetto delle 25 realizzazioni totali, vincendo anche la classifica cannonieri con 26 gol nell'annata 2014-15. Tutte queste cifre ci restituiscono l'immagine di un attaccante che vive per il gol nonostante per molti rimanga inferiore ai vari Kane, Lewandowski, ecc. Magari è la squadra, o magari è il fatto che il Kun non incarni il prototipo di centravanti tipo, di numero 9 che tutti si immaginano. 

E mentre il 10 del City continua a segnare, la sua rete e quella di Sane rendono la Premier una corsa ancora del tutto incerta, visto che ora Guardiola si trova solo a -4 da Klopp, con ancora tutto un girone di ritorno da giocare e da vivere. Il Liverpool non esce ridimensionato da questa sconfitta, il suo gioco l'ha espresso dominando alcuni tratti del match, magari un po' più di fortuna (vedi il palo di Mané) avrebbe fatto comoda, ma si sa spesso il calcio è crudele. Questa partita è stata inoltre lo spot perfetto per il calcio che la Premier League vuole diffondere in tutto il globo: un calcio intenso, veloce, dinamico e soprattutto di qualità, con top player in campo, grandi allenatori in panchina e atmosfere da brividi. Tutto molto bello da vedere, crediamo anche entusiasmante da giocare. Se vogliamo arrivare a competere con loro, iniziare a prendere appunti non sarebbe una brutta cosa. 

Fonte: l'autore Marco Ghilotti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.