Liverpool in estasi, la Champions è finalmente tua!

I Reds battono 2-0 il Tottenham ed alzano la Coppa dalle grandi orecchie

di Stefano Cavallaro
Stefano Cavallaro
(136 articoli pubblicati)
Liverpool v Barcelona - UEFA Champions League Semi Final: Second Leg

Il Liverpool torna sul tetto d'Europa e conquista la sesta Champions della propria storia. La squadra di Klopp sconfigge per 2-0 un buon Tottenham grazie alle reti di Salah ed Origi.  I Reds erano scesi in campo col consueto 4-3-3: Alisson in porta, Alexander-Arnold, Matip, Van Dijk e Robertson in difesa, Henderson, Fabihno e Wijnaldum a centrocampo, Salah, Firmino e Manè in attacco. Il Tottenham si schierava con un 4-2-3-1: Lloris tra i pali, Trippier, Alderweireld, Vertonghen e Rose sulla linea difensiva,  Winks e Sissoko in mediana, mentre, Eriksen, Alli e Son agivano dietro l'unica punta Kane. 

Pronti via ed il Liverpool trovava subito il vantaggio. Al secondo minuto Manè pennellava un cross dalla sinistra intercettato in maniera ingenua con la mano da Sissoko in area: rigore! Salah non falliva dal dischetto insaccando il gol dello 0-1. Il Tottenham provava una timida reazione, mentre, Firmino e compagni provavano a ripartire in contropiede. Intorno alla metà della prima frazione Eriksen calciava alle stelle da buona posizione da fuori area dopo essersi aggiustato la palla. Il Liverpool sfiorava il raddoppio con una rasoiata di Alexander-Arnold finita fuori di poco e con un potente tiro di Robertson smanacciato in angolo da un'attento Lloris. Invece, in tutto il primo tempo, Alisson non si è mai dovuto sporcare i guanti. La prima frazione terminava col vantaggio dell'undici di casa ad Anfield Road.

Nel secondo tempo entrambe le squadre sono ritornate in campo con lo stesso undici di partenza. Dopo, Klopp operava due sostituzioni togliendo Firmino e Wijnaldum ed inserendo Origi e Milner. Pochettino rispondeva con l'ingresso di Lucas Moura al posto di Winks aumentando il peso offensivo della squadra con l'obiettivo di trovare il gol del pareggio. Al 70' Milner aveva suoi piedi la palla del 2-0 ma il suo fendente finiva fuori di pochissimo alla sinistra di Lloris. L'azione era stata propiziata da un'accelerazione di Manè che convergeva verso il centro dell'area servendo Salah, prontissimo ad appoggiare la palla all'accorrente centrocampista. Il Tottenham provava ad alzare il baricentro ed Alli falliva una buona occasione incornando sopra la traversa un cross di Trippier. Poco dopo era lo stesso Alli a lasciare il campo a favore di Llorente. Il forcing finale della squadra di Pochettino non veniva premiato ma il Tottenham sfiorava il pari in almeno tre occasioni. Dapprima era bravo Allison ad opporsi ad una botta da fuori di Son, il numero 1 si ripeteva anche su una bellissima punizione a giro di Eriksen. Sullo stesso corner Trippier falliva una ghiotta opportunità da due passi correggendo malamente una sponda aerea di Kane. Quando il Tottenham sembrava poterci provare fino in fondo ecco che arrivava la doccia fredda. Dopo un batti e ribatti in area sugli sviluppi di un corner, al minuto 87 Origi bucava nuovamente Lloris con un chirurgico sinistro che si infilava all'angolino sfruttando al meglio il tocco smarcante di Van Dijk. La rete del 2-0 mandava in estasi la curva dei sostenitori del Liverpool situata alle spalle del portiere avversario e di fatto chiudeva la partita. Un'instancabile Son tentava nuovamente di impensierire Alisson ma il suo bel tiro veniva respinto con sicurezza dal portierone dei Reds. 

Il triplice fischio finale sanciva il trionfo del Liverpool, il primo di Klopp nelle Coppe europee. I Reds sono stati molto concreti e cinici, il rigore in apertura di match gli ha sicuramente spianato la strada per la vittoria. Alisson è stato un fattore, le sue parate si sono rivelate determinanti stroncando i tentativi di riscossa degli avversari. Klopp è stato bravo ad azzeccare i cambi ed è stato premiato un'altra volta da Origi che aveva già punito il Barcellona. Il Tottenham ha avuto un maggiore possesso palla ma è non è riuscita ad innescare al meglio il rientrante Kane ed ha sbattuto contro il muro eretto dalla retroguardia del Liverpool che può alzare con merito la Coppa dalle grandi orecchie.

Finale Champions League 201819
Fonte: l'autore Stefano Cavallaro

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.