Doccia gelata a Madrid per la Juve: beffa finale firmata Ronaldo

Non basta l'1-3 esterno alla Juve per qualificarsi alle semifinali di Champions

di Mario giovanni Cardamone
Mario giovanni Cardamone
(302 articoli pubblicati)
Cr7 glaciale e implacabile dal dischetto

A tempo scaduto e nell'ultimo minuto di recupero la Juve esce dai quarti di Champions punita da un rigore di Cr7 Cristiano Ronaldo glaciale e freddo che fissa il risultato sull'1-3 fra Real Madrid e Juve  vanificando la poderosa rimonta juventina che stava dando i supplementari alla squadra di Allegri.

L'impresa di portare il match all'extra time si stava materializzando inaspettata con due reti di Mandzukic nel primo tempo al 2 e al 37 con due incornate di testa su assist al bacio nel primo goal di Khedira e nel secondo goal di Lichtsteiner con suggello finale di Matuidi al 61 su papera del portiere del Real Madrid Navas che ha regalato un appoggio facile facile in rete al francese juventino.

Poi proprio  quando il popolo del Real si preparava ad assistere ai supplementari in casa propria  con occhi timorosi e colmi di paura per una Juve spettacolare e perfetta fino ad allora l'arbitro Oliver inglese figlio d'arte in quanto anche il padre è stato arbitro ha decretato un rigore molto dubbio al Real al 93 all'ultimo respiro e in coda al match con relativa espulsione di un'indemoniato Buffon all'ultima recita in questa competizione che ha protestato in maniera vibrata e scomposta.

Pertanto a causa di tutte queste proteste e dell'espulsione di Buffon , Allegri ha dovuto togliere Higuain per mettere Szczesny che non ha purtroppo potuto bloccare in nessuna maniera il penalty trasformato da Cristiano Ronaldo che ha tirato in maniera precisa e imparabile alla destra sotto l'incrocio dopo aver atteso 5 minuti dall'assegnazione del rigore.

La partita aveva visto poi al 7 un errore maldestro di Higuain su palla non trattenuta di Navas che ha tirato addosso al portiere costaricense , al 34 Isco che ha calciato a tu per tu con Buffon sulla mano protesa del portiere juventino, al 47 del primo tempo nel secondo minuto di recupero accordato dall'arbitro Oliver una testata di Varane sulla traversa e due brividi nel secondo tempo per la Juve con colpo di testa di Cristiano Ronaldo al 75 fuori e al 78 una deviazione di Benatia che viene respinta da Buffon ad evitare l'autorete.

Ma l'episodio che ha deciso la partita è stato l'assegnazione  del rigore generoso al Real Madrid che stava vivendo un'incubo e stava per passare alla storia come unica volta in cui in Champions una squadra che aveva perso l'andata 0-3 in casa propria poteva passare il turno cosa mai accaduta in precedenza  con un'errore grosso di valutazione dell'arbitro inglese Oliver che si è assunto direttamente la responsabilità di assegnarlo senza consultare i suoi assistenti.

Pertanto Buffon furibondo alla sua ultima chiamata per portare a casa l'unico alloro mancante la Champions solo sfiorata e la dirigenza Juve  gridano allo scandalo per questo episodio controverso  e  chiedono le dimissioni del designatore Collina e l'introduzione della Var come nella nostra serie A.

Marione con 2 goal spacca la partita ma
Fonte: l'autore Mario giovanni Cardamone

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.