Champions League: PSV quasi ai gironi, pari esterni per PAOK e Red Bull

Nell'andata dei playoff, il Benfica si fa imporre il pari interno dal PAOK. Olandesi corsari in Bielorussia. Stella Rossa e Red Bull non si fanno male

di Antonio Salvati
Antonio Salvati
(78 articoli pubblicati)

Atto finale dei preliminare di Champions, prima della fase a gironi. Si gioca l'andata dei playoff per assegnare gli ultimi sei posti disponibili. 

Tre partite disputate ieri sera. Il risultato, sicuramente, più eclatante e meno prevedibile è sicuramente il pareggio interno con il quale il Benfica è stato bloccato dal PAOK Salonicco guidato da Razvan Lucescu, figlio del più noto Mircea.  Al vantaggio lusitano segnato da Pizzi su rigore (45') ha risposto Warda (76'), per l'1:1 che rimanda il discorso qualificazione in terra greca, dove il PAOK può sensibilmente sperare di passare il turno ai danni di un avversario indubbiamente più quotato, per cifratura tecnica e blasone. Difatti, nonostante il fattore campo lascerebbe presagire un minimo vantaggio per il PAOK, il Benfica potrà e dovrà contare sulla sfrontatezza di chi non deve fare calcoli e puntare alla vittoria, senza troppe riflessioni. 

Certo, l'ambiente degli stadi greci è conosciuto come tra i più calorosi e questo potrebbe rivelarsi una difficoltà aggiunta per la squadra di Rui Vitoria che si è complicata la strada verso i gironi in maniera abbastanza inaspettata.

Sicuramente più agevole potrebbe essere, invece, il cammino verso la fase a gironi del PSV Eindhoven che, in gara d'andata, ha portato a casa una vittoria fondamentale, non senza sofferenza, in Bielorussia, contro la BATE Borisov. 3:2 il finale, a favore degli olandesi, che riescono a fare bottino pieno solo nel finale. Al vantaggio iniziale della BATE con Tuominen (9'), risponde prima Pereiro su rigore (25') poi Lozano (61') per il raddoppio. Ci pensa Alexander Hleb (ex Barcellona e Arsenal) a riportare i suoi in parità (88'), ma dopo un solo giro d'orologio è Malen (89') a siglare la rete che dà al PSV la vittoria e, con essa, un vantaggio cospicuo da amministrare in Olanda, a meno di clamorosi ribaltoni.

Finisce a reti bianche il confronto tra Stella Rossa Belgrado e Red Bull Salisburgo. 0:0 che va più che bene agli austriaci ma che alla Red Bull Arena devono, obbligatoriamente, cercare e trovare la via della rete che in Serbia non è arrivata. Anche la Stella Rossa potrà giocarsi le sue carte: in fondo, anche ai serbi basterebbe fare un gol in più degli avversari per poter passare. Certo, giocare in trasferta non aiuta, ma con un pizzico di cinismo può scapparci il tiro mancino. Vedremo la prossima settimana.

La fonte dell'articolo è l'autore Antonio Salvati

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.