Steve McManaman: genio e sregolatezza

La carriera del calciatore inglese più titolato all'estero tra talento immenso ed una vita da dandy

di Christian Tron
Christian Tron
(16 articoli pubblicati)
Steve McManaman

Lo stupendo quanto crudele mondo del calcio è ricco di storie di calciatori formidabili finiti ben presto nel dimenticatoio. Spesso ciò accade quando un talento cristallino non riesce a manifestarsi con regolarità sul campo di gioco per svariati motivi, quali la scarsa tenuta fisica oppure la poca professionalità, come nel caso di Steve McManaman, giocatore fantastico, vittima, come molti altri, dei propri comportamenti fuori dal campo che ne hanno limitato la carriera.

Nonostante sia un grande tifoso dell'Everton, sceglie di entrare nelle giovanili dei rivali storici del Liverpool, poiché gli viene offerto un contratto per giocare per due anni nell'Academy dei Reds. In virtù della propria tecnica sopraffina ed abilità nel dribbling in velocità, esordisce in prima squadra già nel 1990, all'età di 18 anni. Nel '92 vince il suo primo titolo: l'FA Cup, venendo eletto man of the match della finale della competizione, mentre nel corso degli Europei del '96 viene inserito nella squadra ideale del torneo. Il carattere complicato del centrocampista non tarda però a palesarsi: si mostra poco costante negli allenamenti e di conseguenza anche il suo rendimento in campo ne risente, infatti sarà il calciatore più sostituito della Premier League; inoltre è un grande amante della vita mondana, delle auto sportive, delle scommesse e dei soldi, motivo per il quale verrà soprannominato McMoneyman dai tifosi del City durante la sua parentesi tra le fila degli Sky Blues. La stampa lo prende ben presto di mira, soprattutto in seguito ai deludenti Mondiali del '98, quando McManaman viene additato dai compagni come uno "scansafatiche". La reazione di Steve è veemente: dichiara di non voler mai più giocare in Inghilterra e decide di accasarsi al Real Madrid, dove percepirà uno stipendio faraonico e porrà finalmente fine alle proprie vicissitudini extra calcistiche. La prima stagione alle Merengues risulta molto complicata per il centrocampista inglese, chiuso dalla concorrenza di un mostro sacro come Luis Figo. Nonostante ciò si ritaglia il proprio spazio e colleziona due campionati spagnoli, nel 2001 e nel 2003, e due Champions League, diventando il giocatore inglese più titolato all'estero. In particolare, nel corso della finale di Champions del 2000 contro il Valencia, risulta determinante per la conquista del trofeo, offrendo una prestazione sontuosa condita da un magnifico gol, uno dei più belli della storia della competizione: tiro da fuori area in bicicletta che si insacca nell'angolino basso. Un mix incredibile di tecnica e coordinazione che sintetizza alla perfezione le straordinarie doti balistiche del centrocampista inglese. Terminerà poi la propria carriera al Manchester City tra lo sconforto per la mancata convocazione agli Europei del 2004.

McManaman è stato un grande giocatore, dotato del bagaglio tecnico necessario per diventare un campione. Tocco di palla delicato, visione di gioco impeccabile ed abilità nel servire i compagni. Nonostante ciò non possiamo purtroppo affermare di aver contemplato la massima espressione del suo potenziale in campo per demeriti del giocatore stesso, reo di essersi fatto sedurre dalla vita mondana, il lato più celato dell'immenso universo calcistico, ma anche parte integrante dello stesso, dove la notorietà ed i soldi la fanno da padrone e rischiano di sopraffarti quando sei giovane, ricco e ti sembra di avere il mondo in pugno. Sicuramente McManaman fa parte di quella lunga lista di calciatori che avrebbero potuto dare ancora molto al mondo del calcio e, nonostante possa annoverare ben due Champions League nella propria bacheca personale, agli amanti di questo sport rimarrà comunque l'amaro in bocca per non aver potuto assistere alla definitiva esplosione di questo fantastico talento, del quale sicuramente si parlerebbe ancora oggi. 

La fonte dell'articolo è l'autore Christian Tron

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.