Didier Drogba: il treno che devastava le difese

INCREDIBILMENTE... MERAVIGLIOSAMENTE... SEMPRE DROGBA!

di Gaetano Loffredo
Gaetano Loffredo
(27 articoli pubblicati)

Urlava di gioia il fantastico telecronista Massimo Marianella ogni volta che mr Didier Drogba andava in gol . aiutandoci a far capire quanto era infallibile e incredibile quello che riusciva a fare uno dei più forti attaccanti Africani della storia del calcio,

di certo il più amato dai tifosi del Chelsea.

300 GOL in carriera. uno più bello dell'altro,

di cui 164 con la maglia dei Blues conditi da 86 assist in 381 presenze.  A questo conteggio vanno aggiunti i 65 gol in 105 partite con la Costa D'Avorio . Un record per una nazionale resa eterna nella memoria di tutti noi per le gesta di un magnifico centravanti.

In Francia inizia la sua carriera, senza grossi squilli , ma la grande occasione arriva da Marsiglia con la maglia dell' OL

dove l'ivoriano arriva sul grande palcoscenico Europeo. Un solo anno 32 gol in 55 presenze  tra campionato , Champions , e Coppa Uefa.

L'estate successiva arriva la chiamata di Josè Mourinho che lo vuole a tutti i costi al CHELSEA.  Lo convince con parole indelebili: " tu sei un buon giocatore, ma se vuoi diventare un grande devi venire a giocare in INGHILTERRA, nella mia squadra!"

Il treno Ivoriano scrive la storia e diventa l'attaccante più amato di sempre per i tifosi " Blues" e mette in bacheca : 2 titoli di capocannoniere, 

4 Premier league, 4 FA cup, 3 Community Shield , ma soprattutto la Champions league 2011-2012. 

Strapotere fisico, imprendibile, corsa, immenso atletismo, condito da una straordinaria tecnica.  Drogba segnava senza sosta in tutti i modi possibili.

Un attaccante letale capace di dare sia profondità che legare il gioco,  di fare da sponda e di far reparto da solo. Colpiva senza pietà .  Ho visto difese sgretolarsi al suo cospetto ed ho visto difensori " appendersi terrorizzati alla sua maglia" , niente, non ce n'era per nessuno. Era troppo Forte.

Champions 2011-2012 

Salta le prime 4 partite , ma Didì chiude la pratica nelle due sfide decisive dei gironi facendone 3 al Leverkusen.

Agli ottavi la strada sembra sbarrata dal 3-1 del Napoli di Lavezzi al San Paolo, ma al ritorno fa a pezzi la difesa partenopea ed i blues impongono un 4-1 incredibile . Il Chelsea elimina senza problemi poi il Benfica e va in semifinale contro il Barcellona di Messi. L'ivoriano impone il suo timbro e i blues volano in finale.

Nell'ultimo atto i londinesi affrontano il Bayern Monaco all'Allianz Arena e la partita sembra a senso unico , il gol di Muller al minuto 83 sembra una liberazione per il popolo tedesco, ma, ma.... siamo al 90 esimo,  calcio d'angolo battuto da Mata , palla al centro,  Drogba si alza in cielo in mezzo a tutta la difesa bavarese e con una frustata di testa batte il fortissimo portiere Neuer!

Può bastare?  Ma anche no perchè in quella pazza finale Didier segna il rigore decisivo proprio alla lotteria dei Penalty.

Lacrime di gioia , a suggellare una storia incredibile. 

Meravigliosamente... sempre Drogba!

Fonte: l'autore Gaetano Loffredo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.