CAF Confederation Cup: è l’ora dei quarti di finale

Le migliori otto della seconda competizione della CAF pronte a darsi battaglia per aggiudicarsi il trofeo. Bene Vita Club e Raja Casablanca

di Antonio Salvati
Antonio Salvati
(78 articoli pubblicati)
Il trofeo della CAF Confederation Cup

Anche la CAF Confederation CUP entra nel vivo, con l'andata dei quarti di finale, giocati durante lo scorso fine settimana. Entriamo nel dettaglio e vediamo quanto accaduto nelle quattro partite.

Bene il Raja Casablanca, corsaro in Congo, in casa del CARA Brazzaville. Allo Stade Alphonse Massamba- Debat finisce 2:1 per gli ospiti, con il risultato maturato interamente nel seconcdo tempo: immediato vantaggio del Raja con Rahimi (47'), bravo a finalizzare un'ottima azione corale, rifinita da Banoun. Per Rahimi è stato semplice battere in uscita il portiere congolese Massa. Il pareggio dei padroni di casa è opera di Kivutuka (71') che schiaccia di testa, alle spalle di Zniti, il calcio di punizione battuto da Ondongo. Il gol della vittoria del Raja è del neo-entrato Benhalib (80'), bravo ad approfittare della verticalizzazione di Jbira prima e dello svarione della difesa del CARA dopo, per battere Massa, a pochi metri dalla porta.

A Kigali finisce a reti bianche, 0:0 tra Rayon Sport e Enyimba. Partita che, nonostante non sia stata corredata dal gol, non è stata avara di occasioni da rete. Entrambe le squadre avrebbero potuto sbloccare e vincere questa partita, ma l'imprecisione degli attaccanti e qualche buona parata dei due portieri hanno fatto sì che la qualificazione resti in bilico. In Nigeria sarrà una sfida apertissima ad ogni risultato.

Allo Stadio dei Martiri di Pentecoste di Kinshasa, il Vita Club ottiene una bella vittoria contro il Berkane. Finisce 3:1 per i locali, che sono stati costretti ad inseguire il risultato, essendo passati in svantaggio a causa della rete di Aziz (24'), puntuale a staccare di testa, su calcio di punizione da sinistra di el Helali, nel cuore dell'area di rigore, e battere Lukong. Lo svantaggio sembra ridare nuove energie al Vita Club, che trova il pareggio prima dell'intervallo: bel triangolo tra Ngoyi e Makusu con quest'ultimo che scarica un violento ed imparabile sinistro alle spalle di M'Hamdi (44'). Nella ripresa è ancora Makusu a portare in vantaggio il Vita Club (57'): il numero 29 entra di prepotenza sul cross da sinistra di Batezadio ed insacca, anticipando un non irreprensibile M'Hamdi in uscita. Makusu chiude la sua serata da protagonista vestendo i panni dell'uomo-assist, favorendo la discesa palla al piede di Shabani, mandandolo in rete dopo un altro preciso uno-due (78'). E' il gol della (parziale) tranquillità, in attesa del ritorno, in Marocco, dove il Vita Club dovrà gestire un buon vantaggio, ma che non dovrà sicuramente far abbassare la guardia.

Ultima partita in programma è il match di cartello della giornata: Al Masry v USM Alger. A Port Said gli egiziani s'impongono per 1:0 grazie alla perla di Wahdi (54'). L'attaccante palestinese trova il colpo vincente dopo una carambola in area di rigore, inventadosi un colpo di tacco meraviglioso che inganna il portiere algerino Zemmamouche. E' il gol partita che consente al Masry di affrontare la gara di ritorno, ad Algeri, con un vantaggio minimo, che andrà difeso con i denti.

Fonte: l'autore Antonio Salvati

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.