NBA Playoff 2018, Gara-6 senza storia: Victor Oladipo strapazza i Cavs

Show personale di Oladipo che si prende la rivincita dopo il finale di Gara-5 quando gli era stata negata l’interferenza a canestro sulla stoppata di James

di Andrea Petricca
Andrea Petricca
(54 articoli pubblicati)
Victor Oladipo Gara-6 vs Cavs 28042018

Ma cosa sarebbe successo se avessimo avuto quei due punti? Nessuno può dirlo, è stato un errore non rivederlo. E questa cosa mi fa inc***are, commentava Victor Oladipo dopo che era arrivato il mea culpa degli arbitri riguardo la non fischiata interferenza nel finale di Gara-5. Sembra che Oladipo quella rabbia abbia voluto riversarla in campo in occasione di Gara-6, scrivendo a referto la sua prima tripla doppia nei Playoff: 28 punti, 13 rimbalzi, 10 assist, conditi anche da 4 recuperi, tirando 6/8 dall’arco e mandando a rotoli le (precarie) strategie in difesa messe in piedi da coach Lue. Una prestazione con la quale Oladipo entra nella storia dei Pacers: è stato infatti il terzo giocatore a rifilare una tripla doppia ai Playoff dopo Mark Jackson nel 1998 e Paul George nel 2013. Indiana domina 121-87 e si prende così una meritata rivincita ai danni dei Cavs, che escono con le ossa rotte dalla Bankers Life Fieldhouse, portando la serie fino alla risolutiva Gara-7.

Una batosta che ha del clamoroso per Cleveland e che verrà ricordata a lungo, dato che è la seconda peggior sconfitta durante i Playoff nella storia della franchigia. Andata sotto di 20 lunghezze dopo i primi tre quarti di gioco, i Cavs non hanno saputo reagire, anzi hanno fatto ancora peggio dopo che LeBron James è rimasto in panchina per tutta l’ultima frazione di gioco. Una mossa doverosa per far rifiatare “King” James in vista del match point di domenica sera, una partita che può decretare il fallimento di un’intera stagione. Nonostante abbia giocato soltanto tre quarti, proprio James è stato il miglior realizzatore dei suoi con 22 punti (anche 7 assist e 5 rimbalzi) e tra gli unici tre giocatori dei Cavs a chiudere in doppia cifra: gli altri sono Jeff Green con 13 punti e Rodney Hood con 12 punti.

Un quadro completamente differente invece in casa Pacers, dove i giocatori a chiudere in doppia cifra sono stati ben sette, complici anche le ottime percentuali al campo della squadra: 56% dal campo e il 50% da oltre l’arco dei tre punti (15/30). Oltre al sopracitato Oladipo, hanno raggiunto la soglia dei 10 punti segnati anche: Domantas Sabonis (19 punti), Darren Collison (15 punti), Lance Stephenson e Myles Turner (entrambi a quota 12 punti), Bojan Bogdanovic e Thaddeus Young (entrambi a 10 punti).

Quella che LeBron James sta affrontando contro gli Indiana Pacers, è la serie più ardua in 15 anni di onorata carriera NBA: infatti in passato, nelle 12 volte in cui ha giocato il primo turno, LeBron è sempre riuscito a passare e non ha mai disputato una gara che potrebbe anche significare anche una clamorosissima eliminazione. Nel post partita James ha dichiarato che: "Il terzo quarto è quello che ha fatto la vera differenza, loro hanno segnato, noi no. Non siamo riusciti a contrapporci e a fermare il loro attacco e lì la gara ci è scappata di mano".

Fonte: l'autore Andrea Petricca

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.