NBA, è tempo di Playoff: la preview di Boston Celtics-Milwaukee Bucks

Gara-1 in programma domenica alle ore 19 in Italia darà il via alla serie. Boston punterà sulla forza del gruppo per contenere Giannis Antetokounmpo

di Andrea Petricca
Andrea Petricca
(54 articoli pubblicati)
Antetokounmpo contro Horford

Al primo turno dei Playoff 2018, i Boston Celtics dovranno vedersela contro i Milwaukee Bucks, arrivati settimi in regular season con un record di 44 vittore e 38 sconfitte. Una delle sfide più aperte dell’intero tabellone, che vede Boston leggermente favorita. Molto dipenderà da come le due squadre riusciranno ad approcciare la sfida. Se infatti Milwaukee cercherà di fare affidamento soprattutto sull’immenso talento della sua giovane stella, Giannis Antetokounmpo, lo stesso non si può dire di Boston. Con assenze illustri del calibro di Irving, Hayward e Smart (disponibile solo dal 2° turno), coach Brad Stevens per forza di cose dovrà puntare non sui singoli, bensì sulla forza di un gruppo capace di arrivare alla seconda posizione ad Est nonostante la stagione sfortunatissima.

Se vuole portare a casa la serie, Boston non può permettersi di toppare la fase offensiva: la chiave di tutto sarà far coniugare alla perfezione l’esperienza di giocatori come Al Horford, diventato il faro del gioco biancoverde, e il talento (e l’imprevedibilità) della coppia Jaylen Brown e Jayson Tatum, tra i migliori giovani nella lega. In cabina di regia poi Terry Rozier avrà il compito, tutt’altro che semplice, di non far rimpiangere l’assenza di Kyrie. Molto dipenderà anche dall’apporto offensivo di Marcus Morris, un giocatore con molti punti nelle mani ma che va troppo spesso oltre le righe. Per quanto riguarda le seconde linee, occhi puntati su Greg Monroe, chiamato a far rifiatare Horford con minuti di qualità. Il punto forte di questi Celtics sono la difesa e il tiro da tre: in regular season, Boston ha infatti tirato con il 37,7% (seconda per percentuale da oltre l’arco).

Dal canto suo, Milwaukee potrebbe ottime chance solo se non incapperà nell’errore di isolare il suo All-Star Antetokounmpo, il cui talento da solo non può bastare a superare le maglie di quella che è la migliore difesa di tutta la NBA. Con i rientri di Malcom Brogdon e di Matthew Dellavedova, coach Joe Prunty potrà fare affidamento su un roster al completo: giocatori chiave potrebbero essere Bledsoe e Parker, che fanno del fisico la loro arma migliore e che amano quindi correre in campo aperto. Mentre i vari Middleton, Snell e il veterano Terry dovranno essere più precisi da oltre l’arco, cercando di correggere il pessimo 35,5% da tre con cui Milwaukee ha tirato in stagione. In difesa, la scelta di coach Prunty di andare ad aggredire le linee di passaggio, sfruttando l’atletismo dei suoi, potrebbe non essere la soluzione migliore, dato che lascerebbe troppi spazi ai tiratori dei Celtics.

Fonte: l'autore Andrea Petricca

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.