Trail del Marchesato, operazione riuscita (come sempre)

La gara di FinalBorgo ha riscosso il solito successo ed attirato atleti di spessore internazionale

di Pietro Saccone
Pietro Saccone
(185 articoli pubblicati)
Castel Gavone

Domenica 4 marzo si è corso, con partenza ed arrivo nella splendida cornice di  FinalBorgo, il Trail del Marchesato.

Nonostante il maltempo ed il gelo che hanno attanagliato il finalese nella settimana precedente la gara, l'organizzazione impeccabile dei Trailrunners Finale ed i tanti volontari sul percorso hanno permesso il regolare svolgimento della gara. Eccezionale anche l'aiuto dei volontari, che nei casi (per fortuna rari e di lieve entità) di infortunio, dovuti al terreno scivoloso che ha reso ostica la prova, hanno lavorato al meglio. I Trailrunners Finale hanno donato ai Vigili del Fuoco una barella kong al termine della manifestazione.

Il percorso del Marchesato è molto molto muscolare e tecnico, famoso tra i partecipanti per la sua particolarità e difficoltà. Piccola variazione riguardante la partenza, con immediata ascesa verso Castel Gavone.

La manifestazione offriva due distanze, una ''corta'' di 16 km con 1000 metri di dislivello positivo e la classica lunga di 38 km con 2200 metri di dislivello positivo da correre sul sentiero permanente Ermano Fossati. Presenti, soprattutto in campo femminile, nomi di rilievo internazionale.

La prova corta è stata vinta tra gli uomini da Fabio Cavallo (Team Marguareis), davanti a Stefano D'Agostino (Valsusa running team) ed all'atleta di casa Alessio Sicco (Trailrunners Finale). In campo femminile, vittoria di Elisa Giordano (Team Margaureis) su Chiara Macocco e Giulia Sereno.

Nella versione lunga, tra gli uomini ha vinto il mitico Alberto Ghisellini, atleta ''di casa'', imponendosi su Enrico De Ferrari (Sisport) e Filippo Tirone (Delta Spedizioni). Da segnalare la grande gara di Ivan Pesce (Valmaremola Team) giunto quinto al traguardo. Nomi importanti tra le donne. Ha vinto la famosissima francese Audrey Bassac (Team Vibram, undicesima assoluta) davanti alla grande Francesca Canepa. Podio anche per la bravissima Cecilia Pedroni (Valetudo-Serim) in una gara corsa su ritmi elevatissimi: il podio è stato di alto profilo internazionale.

E' finita con sorrisi e clima di grande sport come accade molto spesso in questo sport. FinalBorgo ha vissuto una giornata di festa, sport e solidarietà. Adesso, nel mirino i prossimi appuntamenti.

kong
Fonte: l'autore Pietro Saccone

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.