Pallanuoto, Quinto e Metanopoli ipotecano la salvezza

Aperti i giochi anche in chiave play-off: Trieste rimette in gioco il Posillipo

di Davide Maddaluno
Davide Maddaluno
(21 articoli pubblicati)

Week-end smezzato ma non privo di emozioni per i due massimi campionati di Pallanuoto. Al maschile dopo l'antipasto offerto dagli anticipi di mercoledì con il rocambolesco pari tra RN Salerno e Ortigia ed i netti successi di Pro Recco e Brescia in casa di Posillipo e Savona, a catalizzare l'attenzione del sabato la sfida in terra siciliana tra TeLiMar Palermo e Pallanuoto Trieste. Finisce con lo stesso identico risultato della "Vitale": 10-10 con una perentoria e strabiliante rimonta degli alabardati di Daniele Bettini che ostentano gara dopo gara una condizione psicofisica sempre migliore. La squadra di Baldineti parte in quarta e dopo 14 minuti e mezzo conduce 7-3 trascinata da un ispirato Migliaccio. I giuliani si ritrovano proprio nel momento di maggiore difficoltà, quando a metà del terzo tempo, sotto di due gol (8-6), perdono Bini, espulso per fallo di brutalità e subiscono subito dopo il 9-6 da parte di Del Basso con l'uomo in più. Da quel momento Trieste, forse liberatasi dalla pressione, cambia pelle e comincia una nuova partita, tutta pressing e ripartenze. Dopo due interventi prodigiosi di Nicosia, Petronio su rigore e Mladossich danno il via alla rimonta che si conclude nel quarto tempo con un secco 2-0, con entrambe le squadre depauperate dalle espulsioni per raggiunti limiti di falli di Vlahovic e Del Basso su sponda locale, Petronio, Turkovic e Buljubasic su quella locale. Nel computo finale decisive le doppiette di Podgornik, Buljubasic, Mezzarobba ed il bis di Petronio oltre al non meno importante acuto di Milakovic. Al club dell'Addaura oltre al tris di Migliaccio, all'uno-due di Vlahovic ed al già citato guizzo di Del Basso, non bastano gli acuti singoli di Di Patti, Occhione, Marziali e Damonte. Con questo risultato il TeLiMar rinvia la qualificazione matematica alla Semifinale Scudetto ed all'Europa, rimettendo in corsa il Posillipo che con due vittorie (con i palermitani sarà necessario uno scarto superiore a 2 reti) aggancerebbe la seconda piazza alle spalle della Pro Recco.

PLAY-OUT: Colpo salvezza esterno del Quinto che passa 9-5 in casa della Roma Nuoto. I giallorossi, sempre indietro nel punteggio, restano in scia fino al 4-3 di Casasola (doppietta) a metà gara. Poi l'allungo da tre punti dei biancorossi con le reti di Brambilla (2), Guidi (2), Panerai, Inaba, Mugnaini, Nora e Gitto per il decisivo 9-3. Tra i capitolini segnano anche Francesco Faraglia, Nikola Vavic e Ciotti, esordio in prima squadra per il baby Samuele Boezi. Nell'altro match il San Donato Metanopoli batte la RN Florentia 10-9 al termine di una partita che l'ha vista sempre in vantaggio, anche di 6 lunghezze. Mattatori Giovanni Bianco, Monari e Ravina con una doppietta a testa, seguono nel tabellino dei marcatori Brambilla, Di Somma, Lanzoni e Busilacchi. Negli ultimi sei minuti la Florentia, che non si è arresa fino alla fine, prova la remuntada sorprendendo gli avversari con la tripletta di Sordini e la doppietta di Turchini ma non riesce a completare l'impresa, fermandosi ad un goal dal pari. In rete anche Astarita (2), Ganic e Di Fulvio. Liguri e lombardi ipotecano la salvezza, mercoledì 21 derby spartiacque al Foro Italico tra Roma e Lazio. 

Fonte: l'autore Davide Maddaluno

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.